MANIFESTO DEL TERZO PAESAGGIO

Quodlibet

MANIFESTO DEL TERZO PAESAGGIO

€14.00
di Gilles Clément
a cura di Filippo De Pieri

Manifesto del Terzo paesaggio è il primo libro tradotto in italiano di uno tra i più noti paesaggisti europei. Con l’espressione “Terzo paesaggio”, Gilles Clément indica tutti i “luoghi abbandonati dall’uomo”: i parchi e le riserve naturali, le grandi aree disabitate del pianeta, ma anche spazi più piccoli e diffusi, quasi invisibili: le aree industriali dismesse dove crescono rovi e sterpaglie; le erbacce al centro di un’aiuola spartitraffico… Sono spazi diversi per forma, dimensione e statuto, accomunati solo dall’assenza di ogni attività umana, ma che presi nel loro insieme sono fondamentali per la conservazione della diversità biologica. Questo piccolo libro ne mostra i meccanismi evolutivi, le connessioni reciproche, l’importanza per il futuro del pianeta. È un’opera di grande densità teorica, che apre un campo di riflessione anche ad implicazioni politiche. “Terzo paesaggio” rinvia a “Terzo stato”, al pamphlet di Seyès del: “Cos’è il Terzo stato? – Tutto. Cosa ha fatto finora? – Niente. Cosa aspira a diventare? – Qualcosa”. 

Nuova edizione aggiornata e accresciuta del capitolo: Evoluzione e pratica del concetto di Terzo paesaggio

INDICE: Definizioni - I. Origine - II. Estensione - III. Carattere - IV. Statuto - V. Sfide - VI. Mobilità - VII. Evoluzione - VIII. Scala - IX. Rappresentazione dei limiti - X. Rapporto con il tempo - XI. Rapporto con la società - XII. Rapporto con la cultura - Manifesto - Gilles Clément in movimento di Filippo De Pieri

Gilles Clément (1943), docente presso l’École Nationale Supérieure du Paysage de Versailles e scrittore, ha influenzato con le proprie teorie e con le proprie realizzazioni (tra queste il Parc André Citroën e il Musée du quai Branly, entrambi a Parigi) un’intera generazione di paesaggisti europei. Ha pubblicato tra l’altro, Le jardin planétaire (catalogo della mostra alla Villette di Parigi, 1999), La sagesse du jardinier (2004), e due romanzi, Thomas et le voyageur (1997) e La dernière pierre (1999). In italiano sono stati pubblicati l’antologia Il giardiniere planetario (22 publishing, 2008) e Elogio delle vagabonde(DeriveApprodi 2010). Quodlibet ha pubblicato Manifesto del Terzo paesaggio(2005), Il giardino in movimento (2011), Breve storia del giardino (2012), Giardini, paesaggio e genio naturale (2013) e Ho costruito una casa da giardiniere (2014).

Veste editoriale: Brossura
Formato: 12x18
Pagine: 121
Immagini a colori-b/n:
Lingua: IT-GB
Anno: 2016

ISBN: 9788874627585