FRANCESCO CELLINI

ELECTA - Elemond Editori Associati

FRANCESCO CELLINI

€60.00

Francesco Cellini (Roma, 1944) avvia il proprio studio professionale nel 1964 con Nicoletta Cosentino, con la quale lavora fino alla metà degli anni novanta, per poi proseguire autonomamente e in collaborazione con altri architetti. La sua pratica professionale, basata sin dall’inizio su un atelier di carattere artigianale e di dimensioni contenute, si è progressivamente sviluppata dialogando con altre strutture; fra queste ricorre con grande frequenza, negli ultimi quindici anni, la società Insula, fondata da un gruppo di ex allievi e collaboratori. Sono oltre duecento i progetti architettonici e urbani elaborati dallo studio esito di incarichi pubblici o della partecipazione a numerosi concorsi nazionali e internazionali. All’attività professionale ha sempre affiancato un impegno didattico in ambito universitario svolto nelle facoltà di Architettura della Sapienza di Rom di Palermo e di Roma Tre, dove per sedici anni ha ricoperto la carica di preside. Con un saggio di Francesco Dal Co.

Tra le sue caratteristiche principali: il radicale funzionalismo, sostenuto dalla convinzione che, nell'attenta e umanistica interpretazione del programma, ci sia tanto un ineludibile obbligo etico, quanto un fondamento poetico; la predilezione, quasi costante, per l'uso di repertori formali seriali, ortogonali o euclidei, organizzati secondo strutture compositive altrettanto elementari e rigorose, ma tali da introdurre fra le cose uno stato di non pacificata tensione interna, di criticità e inquietudine conoscitiva; l'attenzione nell'indagine statica e costruttiva, indotta dalla certezza che una delle ragioni della vitalità di ogni forma, in architettura, risieda nella comprensione e nell'espressione delle forze fisiche sottostanti e delle conoscenze umane reificate in ogni elemento e procedimento tettonico. Nella ricerca di Francesco Cellini c'è infine una particolare considerazione per la storia dell'architettura, dei contesti, dei tipi e dei luoghi, priva però di ogni automatismo storicistico: come se il senso (l'insieme di valori che si è venuto accumulando sugli oggetti del mondo) sia conoscibile per via d'indagine, ma mai, per la stessa via, resti deducibile o rievocabile. Potrà invece esser riattivato o rinnovato soltanto, e soltanto parzialmente, attraverso una rischiosa reinterpretazione personale. Il volume esplora parallelamente l'evoluzione dei modi, dell'organizzazione e degli strumenti di lavoro, che nel periodo esaminato hanno vissuto una radicale trasformazione informatica. Ciò è particolarmente evidente nel caso del disegno a mano, che qui viene indagato nelle fasi iniziali ed ancora incerte del processo progettuale. Gli esempi illustrano infatti la progressiva e forzata mutazione delle procedure impiegate e, nello stesso tempo, la sostanziale permanenza dei principi e delle opzioni di fondo; in sintesi dimostrano la solidità delle scelte e la tenacia di un mestiere.

Veste editoriale: Brossura con Alette
Formato: 22x28
Pagine: 288
Immagini a colori:
Immagini b/n:
Lingua: IT
Anno: 2016

ISBN: 9788891809414

--------------------------

INDICE

Architetto non moderno di Francesco Dal Co
Un sommario elenco di convincimenti e delle loro principali applicazioni pratiche di Francesco Cellini

Opere e Progetti
I. Case Aleph, Ciampino, Roma 1072-77
II. Progetto per il teatro comunale, Udine 1974
III. Progetto per il teatro comunale, Forlì 1975
IV. Progetto per la ristrutturazione provvisoria di piazza dei Cinquecento, Roma 1981-82
V. Progetto per la ristrutturazione di piazza della Repubblica, Torino 1983
VI. Studi per tipologie residenziali, 1983
VII. Parco urbano nell'area dell'ex manifattura tabacchi, Bologna 1983-84
VIII. Progetto per il Ponte dell'Accademia, Venezia 1985
IX. Progetto per torre di telecomunicazioni, Shanghai, Cina 1986
X. Progetto per l'ampliamento della facoltà di Architettura, Roma 1987-91
XI. Progetto per il padiglione Italia, Giardini di Castello, Venezia 1988-92
XII. Complesso residenziale, direzionale e commerciale, Orvieto Scalo, Terni 1990-98
XIII. Progetto per un complesso turistico residenziale, Sestriere, Torino 1993
XIV. Sei progetti nel paesaggio umbro, Baschi, Terni 1993-2000
XV. Centro di canottaggio, lago di Corbara, Baschi, Terni 1993-96
XVI. Progetto per una piscina coperta, lago di Corbara, Baschi, Terni 1995
XVII. Centro di canottaggio, Pontecuti, Todi, Perugia 1994-96
XVIII. Ristrutturazione di piazza Italia e di piazza Municipio, Baschi, Terni 1994-99
XIX. Ampliamento del cimitero comunale, Baschi, Terni 1994-99
XX. Ampliamento del cimitero comunale, Civitella del Lago, Baschi, terni 1995-2000
XXI. Progetto per la ristrutturazione dell'area della ex Junghans, Giudecca, Venezia 1995
XXII. Progetta per Una piazza per il Foro Italico, Roma 1995-96
XXIII. Fontana monumentale, Modica, Ragusa 1995-2003
XXIV. Ponti pedonali, Roma 1998-2000
XXV. Sistemazione dell'area basilicale di San Paolo fuori le Mura, Roma 1998-99
XXVI. Progetto per la chiesa di San Giovanni Battista, Lecce 1998-99
XXVII. Progetto per il nuovo Centro delle Arti Contemporanee, Roma 1999
XXVIII. Restauro del padiglione 7 dell'ex mattatoio, Roma 1999-2000
XXIX. Progetto per la chiesa della Pentecoste, Quarto Oggiaro, Milano 2001
XXX. Progetto per la nuova stazione alta velocità, Firenze 2002
XXXI. Progetto per il centro congressi "I Cappuccini", San Miniato, Pisa 2004
XXXII. Progetto per il teatro romano, Spoleto 2005
XXXIII. Progetto per un parco urbano nell'area ex Italsider, Bagnoli, Napoli 2006-09
XXXIV. Riqualificazione del mausoleo di Augusto e di piazza Augusto Imperatore, Roma 2006-16
XXXV. Progetto del Yenikapi Transfer Point and Archeo-Park Area, Istanbul, Turchia 2012
XXXVI. Progetto per la ristrutturazione del manufatto industriale ex Bailo, Pieve Tesino, Trento 2012
XXXVII. Progetto urbano nell'area ferroviaria centrale, Bari 2013

Scritti di Francesco Cellini
I. Sul disegno
II. Storia e Progetto
III. 1963-1973

Apparati I. Regesto delle opere
II. Bibliografia
III. Biografia