CHRISTO AND JEANNE-CLAUDE. Barrels and the Mastaba 1958-2018

Taschen

CHRISTO AND JEANNE-CLAUDE. Barrels and the Mastaba 1958-2018

Prezzo regolare €52.00 Prezzo scontato €40.00
di AA.VV.

LA MASTABA SUL LAGO di 20 metri d’altezza installata da Christo e Jeanne-Claude a Hyde Park

Dal 18 giugno al 23 settembre 2018, l’Hyde Park di Londra ospiterà l’ultima installazione di Christo e Jeanne-Claude: The Mastaba (Project for London, Hyde Park, Serpentine Lake). Questa scultura temporanea è ispirata alle mastaba, grandi piattaforme di fango a forma di tronco piramidale, tipiche delle antiche civiltà mesopotamiche. Con i suoi 20 metri di altezza e le sue 500 tonnellate ancorate nel Serpentine Lake, questo progetto acquatico è formato da 7506 barili di petrolio dipinti e assemblati a formare una sorta di un mosaico cangiante di tasselli rossi, bianchi, blu e malva.
A oggi, The London Mastaba è il più ambizioso dei lavori di Christo e Jeanne-Claude realizzati con barili, nonché l’antesignano del progetto di futura realizzazione The Mastaba (Project for Abu Dhabi, United Arab Emirates). Ideata nel 1977, una volta costruita The Mastaba for Abu Dhabi, sarà l’opera più grande, nonché l’unica installazione permanente mai creata da Christo e Jeanne-Claude. Situata nel deserto e composta da 410.000 barili colorati, con i suoi 150 metri d’altezza questa scultura diventerebbe la più grande del mondo, perfino più alta della Piramide di Cheope.
Attraverso disegni, collage, fotografie, sculture e modelli in scala, questo libro ripercorre i 60 anni in cui Christo e Jeanne-Claude hanno esplorato la forma del barile e della mastaba, ed è pubblicato in occasione della mostra alle Serpentine Galleries, curata da Hans Ulrich Obrist insieme a Melissa Blanchflower e Joseph Constable, in collaborazione con Josy Kraft e lo studio di Christo.
Il volume, progettato da Lorenza Giovanelli e dallo stesso Christo, passa in rassegna tutte le opere realizzate da Christo e Jeanne-Claude con i barili dal 1958 al 2018, includendo sia i primi disegni preparatori, sia progetti più recenti, nonché fotografie di Wolfgang Volz, mappe, dati tecnici e disegni, molti dei quali inediti.

“Ogni progetto ha una storia unica. I nostri progetti non conoscono precedenti.” — (Christo)

> Christo e Jeanne-Claude hanno iniziato a collaborare nel 1961, trasferendosi a New York City nel 1964. I loro progetti su vasta scala includono: Wrapped Coast, Australia, 1968–69; Valley Curtain, Rifle, Colorado, 1970–72; Running Fence, Sonoma and Marin Counties, California, 1972–76; Surrounded Islands, Biscayne Bay, Florida, 1980–83; The Pont Neuf Wrapped, Paris, 1975–85; The Umbrellas, Japan–USA, 1984–91; Wrapped Reichstag, Berlin, 1971–95; Wrapped Trees, Riehen, Switzerland, 1997–98; The Gates, Central Park, New York City, 1979–2005; e The Floating Piers, Lake Iseo, Italy, 2014–16. Jeanne-Claude è morta nel 2009.

> Wolfgang Volz ha lavorato con Christo e Jeanne-Claude dal 1971 in veste di fotografo esclusivo delle loro opere. Inoltre, è stato direttore dei progetti di Wrapped Reichstag (con Roland Specker) e Wrapped Trees (con Josy Kraft) e responsabile di The Wall – 13,000 Oil Barrels, 1999 e Big Air Package, Gasometer Oberhausen, Germany, 2010-13. Questa stretta collaborazione è sfociata in molti libri e oltre 300 mostre in musei e gallerie di tutto il mondo.

> Hans Ulrich Obrist, nato nel 1968 a Zurigo, Svizzera, è direttore artistico delle Serpentine Galleries di Londra. Precedentemente è stato curatore del Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris. Nel 1991 ha curato la sua prima mostra “World Soup” (The Kitchen Show), cui sono seguite altre 300 esposizioni. Le sue pubblicazioni più recenti includono Mondialité, Conversations in Colombia, Ways of Curating, Somewhere Totally Else e Lives of The Artists, Lives of The Architects.

> Paul Goldberger è un critico d’architettura vincitore del premio Pulitzer. Lavora per The New Yorker, curando la rubrica “Sky Line” dal 1997, ed è autore di svariati libri, tra cui Why Architecture Matters (2009) e Christo and Jeanne-Claude (pubblicato da TASCHEN nel 2010). Tiene lezioni su temi che spaziano dall’architettura al design, passando per l’urbanistica e la tutela dei beni storici, e ha insegnato alla Yale School of Architecture e alla Graduate School of Journalism dell’Università della California, a Berkeley.

> Adam Blackbourn fa parte della squadra di lavoro di Christo e Jeanne-Claude dal 2006. In parallelo al suo lavoro di artista e scrittore, gestisce con la sua compagna Ruei Ji uno studio di traduzione cinese-inglese chiamato Bacon Translations. Ha collaborato a numerose pubblicazioni su Christo e Jeanne-Claude.

> Lorenza Giovanelli ha studiato storia dell’arte presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Nel 2016, ha lavorato come coordinatrice e assistente dell’ufficio stampa per The Floating Piers, uno dei progetti più ambiziosi di Christo. Nel 2017 si è unita alla squadra di Christo, a New York.

> Erin Bazos è un graphic designer e direttore creativo di stanza a New York. Dal 2010 ha collaborato con Christo in svariati progetti, curando il sito web e il design della mostra, i prodotti per la stampa e molteplici aspetti di The Floating Piers, dalle uniformi degli operai alla cancelleria e alle mappe per turisti, fino alla progettazione del libro realizzato in collaborazione con TASCHEN.

Veste editoriale: Cartonato
Formato: 29x27
Pagine: 208
Immagini a colori:
Immagini b/n:
Lingua: GB
Anno: 2018