copertina di Charles E Ray Eames

24 Ore Cultura

Charles E Ray Eames

€35.00
di Domitilla Dardi
 

“The chair is a special refuge from the strains of modern living.' (Charles and Ray Eames)

La coppia di coniugi Eames ha rivoluzionato il design, rendendo possibile la transizione tra avanguardia e consumo di massa, dal prima al dopo la guerra, dall’austerità della grande crisi economica degli anni Trenta alla Società del Benessere dei consumi individuali post New Deal.
Ne furono ripagati con uno straordinario successo sia culturale che commerciale, a tutt’oggi ineguagliato.
Il sogno americano prende corpo negli oggetti e nei complementi d’arredo, nella possibilità democratica di arricchire e abbellire il proprio spazio privato in modo funzionale e creativo. La modernità degli Eames è reale, semplice, condivisa, lontana dal rigore scientifico del progetto della Scuola europea di quegli anni, ma legata piuttosto ai segni della natura e allo spontaneismo volto a creare uno spazio dove vivere, lavorare, giocare.
Charles Eames inizia a lavorare in collaborazione con Eero Saarinen, ma è quando sposa Ray Kaiser, anche lei architetto e designer, nel 1941, che nascono “gli Eames”. La loro produzione spaziò dall’architettura, al cinema, ma soprattutto al design.
Alcuni tra i loro oggetti più noti sono LWC (Lounge Chair Wood, 1945), un vero cult del design ancora in produzione dopo più di 50 anni, Eames Sofa Compact (1954), il sistema per ufficio in alluminio Aluminum Management Chair (1958), ancora in produzione, gli sgabelli in noce modelli A, B e C (1960) e molti altri.

 

* > Domitilla Dardi. Laureata in storia dell’arte e dottore di ricerca in storia e critica dell’architettura, da diversi anni concentra i suoi interessi di studio e ricerca sulla storia del design.
Dal 2003 insegna storia del disegno industriale alla Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno (UNICAM). Conduce corsi di formazione sulla storia del design, si occupa di ricerca e consulenza per diverse aziende del settore e svolge attività come copywriter. Cura mostre e cataloghi sempre legati ai temi del design. Suoi articoli sono apparsi su riviste di architettura e design (tra le quali “Modo” e “Area”) ed è autrice di una monografia su Achille Castiglioni (Testo e Immagine, Torino, 2001) e de Il Design di Alberto Meda. Una concreta leggerezza (Electa, Milano, 2005).

Veste editoriale: Cartonato
Formato: 24x31,5
Pagine: 120
Immagini a colori: 100
Lingua: IT
Anno: 2011
 
ISBN: 9788861161368