copertina di Attilio Forgioli

Electa Elemond Editori Associati

Attilio Forgioli

€45.00
di Arturo C. Quintavalle
a cura di Mariapia Branchi
 

Attento, fin alle origini, alla ricerca di Paul Cézanne, e al dibattito dell'Informale da Morlotti a Giacometti alla Richier. Attilio Forgioli propone una immagine nuova, che punta sempre su un tema, su un evento concreto tratto dal reale, ma che poi, progressivamente, diventa spazio simbolico, luogo di aggregazione della memoria.

La importante sequenza di 26 dipinti e di un centinaio fra pastelli a olio e disegni, tutti di proprietà del CSAC, permette di ricostruire la ricerca dell'artista, molto importante per la storia dell'arte italiana dell'ultimo mezzo secolo. Una ricerca distante dalle esperienze naturalistiche ed anche dal così detto Realismo Esistenziale della fine degli anni Cinquanta/inizio dei Sessanta, una ricerca originale che, intorno al 1965, propone un nuovo modo di leggere il reale.

La pittura di Forgioli è densa di una materia lieve, il colore è spesso freddo, di una assoluta novità rispetto alla tradizione del naturalismo; il pittore infatti vuole raggiungere col colore un sottile equilibrio, vuole creare una forma che sia apparizione, memoria, dunque che vada oltre la esplicita analisi del reale. Forgioli dunque è certo oggi una delle?figure chiave della moderna pittura, capace di rielaborare i modelli del vecchio naturalismo -padano- trasformandone la materia in memoria.

La mostra, curata da Mariapia Branchi, è introdotta da un ampio saggio di Arturo Carlo Quintavalle; segue una lunga intervista dello stesso critico al pittore. Il catalogo propone, oltre alla riproduzione a colori di tutte le opere, una scelta dei più significativi testi critici sulla esperienza dell'artista.

 

* > Catalogo della Mostra: Università di Parma, Salone delle Scuderie in Pilotta (12 Marzo-25 Aprile 2011)

Veste editoriale: Brossura
Formato: 24x29,5
Pagine: 212
Immagini a colori: 107
Immagini b/n: 100
Lingua: IT
Anno: 2011
 
ISBN: 9788837085698