GIORGIO CARMELICH. 'O Nulla, era un Futurista...'

Electa Elemond Editori Associati

GIORGIO CARMELICH. 'O Nulla, era un Futurista...'

€45.00
di AA.VV.
a cura di Maria Massau Dan
 

Giorgio Carmelich (1907-1929), genio prematuramente scomparso all'età di ventidue anni, viene citato in tutti gli studi sul Futurismo. Il suo percorso artistico parte dall'iniziale infatuazione per il futurismo, per poi attraversare le suggestioni provenienti dall'avanguardia italiana ed europea. 
Carmelich attinge ad ogni fonte da cui possa trarre stimoli per la produzione artistico-editoriale, tiene contatti con i più grandi dell'avanguardia europea, della scenografia russa ed è amico di Prampolini e Depero.
Accanto alle sue opere più significative, dipinti, collages, disegni, incisioni, periodici e monografie, il volume presenterà in facsimile per la prima volta la rivista futurista L'Aurora dattiloscritta e illustrata a mano, realizzata da Carmelich e Dolfi e uscita tra il 1922 e il 1923. 
Montale racconta ne I quadri in cantina di una sua visita a Trieste intorno al 1926. Usciti dal Museo Rivoltella di fronte al caffè Garibaldi, il poeta chiede a Bobi Bazlen notizie di "un giovane alto e magro, con un impermeabile di gabardine mezzo rovesciato dal vento". " Chi è? - Oh nulla - rispose B. indifferente - un futurista".

Veste editoriale: Brossura
Formato: 24x30
Pagine: 222
Immagini a colori: 100
Immagini b/n: 90
Lingua: IT
Anno: 2010
 
ISBN: 9788837076559