fbpx

LIMOND

ROTHKO

85,00 

Esaurito

a cura di Oliver Wick

Mark Rothko è uno degli artisti più importanti del nostro tempo. Questa monografia offre una panoramica della straordinaria gamma del suo lavoro creativo.

Di recente battendo il prezzo record per l’arte del dopoguerra a un’asta di Sotheby’s, il White Center di Rothko (Yellow, Pink e Lavender on Rose) è indicativo dell’enorme e duratura eredità di questo artista come maestro del colore. Questa monografia di grandi dimensioni, splendidamente prodotta, presenta circa 100 opere (70 dipinti su tavole a colori e circa 28 disegni) provenienti da collezioni private e pubbliche, tracciando l’evoluzione del suo stile caratteristico. La monografia pubblicata in occasione della mostra a Roma inizia con i primi lavori di Rothko incentrati in particolare sulle sfumature delicate e sulla trama sottile dei suoi dipinti relativamente piccoli su tavola di gesso. Continua con un’esplorazione del colore stratificato e gessoso che appare nelle sue opere surrealiste che segnalano la sua crescente attrazione verso l’astrattismo e si conclude con un’indagine sulle sue opere mature, dove tutte queste tecniche culminano nei colori sfumati in forme rettangolari che diventerebbero tratti distintivi del suo stile. La parte dedicata alle sue ultime opere è suddivisa in tre sezioni: un gruppo di dipinti dei primi anni Cinquanta; dieci dipinti che furono esposti alla Biennale di Venezia del 1958; e il nucleo dell’ex Collezione Panza. I dipinti Blackform degli anni ’60 e l’ultimo Black on Greys concludono la monografia. Il libro comprende anche un omaggio di Michelangelo Antonioni, un’intervista di Gillo Dorfles, una prefazione di Christopher Rothko, cinque saggi di specialisti internazionali, una cronologia e una bibliografia completa.

Veste editoriale: Brossura con Sovraccoperta trasparente
Formato: 30×28
Pagine: 244
Immagini a colori-b/n: 124
Lingua: IT
Anno: 2007

ISBN: 9788861304857

ROTHKO

85,00 

Esaurito

a cura di Oliver Wick

Mark Rothko è uno degli artisti più importanti del nostro tempo. Questa monografia offre una panoramica della straordinaria gamma del suo lavoro creativo.

Di recente battendo il prezzo record per l’arte del dopoguerra a un’asta di Sotheby’s, il White Center di Rothko (Yellow, Pink e Lavender on Rose) è indicativo dell’enorme e duratura eredità di questo artista come maestro del colore. Questa monografia di grandi dimensioni, splendidamente prodotta, presenta circa 100 opere (70 dipinti su tavole a colori e circa 28 disegni) provenienti da collezioni private e pubbliche, tracciando l’evoluzione del suo stile caratteristico. La monografia pubblicata in occasione della mostra a Roma inizia con i primi lavori di Rothko incentrati in particolare sulle sfumature delicate e sulla trama sottile dei suoi dipinti relativamente piccoli su tavola di gesso. Continua con un’esplorazione del colore stratificato e gessoso che appare nelle sue opere surrealiste che segnalano la sua crescente attrazione verso l’astrattismo e si conclude con un’indagine sulle sue opere mature, dove tutte queste tecniche culminano nei colori sfumati in forme rettangolari che diventerebbero tratti distintivi del suo stile. La parte dedicata alle sue ultime opere è suddivisa in tre sezioni: un gruppo di dipinti dei primi anni Cinquanta; dieci dipinti che furono esposti alla Biennale di Venezia del 1958; e il nucleo dell’ex Collezione Panza. I dipinti Blackform degli anni ’60 e l’ultimo Black on Greys concludono la monografia. Il libro comprende anche un omaggio di Michelangelo Antonioni, un’intervista di Gillo Dorfles, una prefazione di Christopher Rothko, cinque saggi di specialisti internazionali, una cronologia e una bibliografia completa.

Veste editoriale: Brossura con Sovraccoperta trasparente
Formato: 30×28
Pagine: 244
Immagini a colori-b/n: 124
Lingua: IT
Anno: 2007

ISBN: 9788861304857