fbpx

LIMOND

PEDEMONTANA VENETA

28,00 

a cura di Aldo Peressa

Questo primo quaderno, dedicato alla realtà della Pedemontana veneta, introduce all’interno di un percorso variegato e articolato, in cui trovano spazio, oltre ad una significativa panoramica delle opere di architettura (case, edifici pubblici, restauri…) realizzate nell’area compresa tra Veneto e Friuli (area che funge da “cerniera” geografica tra la Pianura padana e le Alpi), le analisi, i ricordi e le riflessioni di autorevoli voci della nostra scena letteraria, come quelle di Vitaliano Trevisan, Gian Mario Villalta e Andrea Zanzotto: un modo per dialogare con il territorio pedemontano e per recuperarne una visione il più possibile polifonica, attenta a mettere in rilievo gli aspetti storici, culturali, paesaggistici, antropologici di una realtà profondamente “modernizzata” eppure rimasta, in qualche misura, ugualmente legata ad arcaiche radici.
A partire da questa uscita, il progetto dei “Quaderni del Territorio” si propone di raccontare e di rendere esplicita la complessità dei rapporti tra architettura e identità, tra architettura e differenza, tra architettura e memoria, proprio attraverso l’evidenza delle opere realizzate, del lavoro architettonico e della sua concreta praxis. In particolare, i “Quaderni del Territorio” affronteranno in ogni numero monografico questioni attuali come quelle relative al rapporto luogo e spazio, natura e artificio, scena e struttura, ponendo al centro della propria riflessione i differenti “modi” dell’architettura contemporanea.

Veste editoriale: Brossura
Formato: 24×28
Pagine: 172
Immagini a colori-b/n:
Lingua: IT
Anno: 2009

ISBN: 9788871156460

PEDEMONTANA VENETA

28,00 

a cura di Aldo Peressa

Questo primo quaderno, dedicato alla realtà della Pedemontana veneta, introduce all’interno di un percorso variegato e articolato, in cui trovano spazio, oltre ad una significativa panoramica delle opere di architettura (case, edifici pubblici, restauri…) realizzate nell’area compresa tra Veneto e Friuli (area che funge da “cerniera” geografica tra la Pianura padana e le Alpi), le analisi, i ricordi e le riflessioni di autorevoli voci della nostra scena letteraria, come quelle di Vitaliano Trevisan, Gian Mario Villalta e Andrea Zanzotto: un modo per dialogare con il territorio pedemontano e per recuperarne una visione il più possibile polifonica, attenta a mettere in rilievo gli aspetti storici, culturali, paesaggistici, antropologici di una realtà profondamente “modernizzata” eppure rimasta, in qualche misura, ugualmente legata ad arcaiche radici.
A partire da questa uscita, il progetto dei “Quaderni del Territorio” si propone di raccontare e di rendere esplicita la complessità dei rapporti tra architettura e identità, tra architettura e differenza, tra architettura e memoria, proprio attraverso l’evidenza delle opere realizzate, del lavoro architettonico e della sua concreta praxis. In particolare, i “Quaderni del Territorio” affronteranno in ogni numero monografico questioni attuali come quelle relative al rapporto luogo e spazio, natura e artificio, scena e struttura, ponendo al centro della propria riflessione i differenti “modi” dell’architettura contemporanea.

Veste editoriale: Brossura
Formato: 24×28
Pagine: 172
Immagini a colori-b/n:
Lingua: IT
Anno: 2009

ISBN: 9788871156460