fbpx

LIMOND

In Offerta

IPOSTUDIO

Il prezzo originale era: 59,00 €.Il prezzo attuale è: 54,00 €.

2 disponibili

di Marco Maluzzani

IPOSTUDIO. La Concretezza della Modernita’

Il volume ripercorre le tappe fondamentali della carriera diIpostudio Architetti Associati.
Fondato nel 1983 da Lucia Celle, Roberto Di Giulio, Carlo Terpolilli e Elisabetta Zanasi Gabrielli, ai quali si aggiunge, nel 2002, Panfilo Cionci, Ipostudio lavora principalmente in Italia su progetti riguardanti scuole, biblioteche, residenze sanitarie assistenziali, ospedali. Dal 1991 è patner in progetti di ricerca finanziati dall’Unione Europea.
Lo studio ha partecipato a numerosi concorsi vincendo, tra gli altri, quelli per un centro direzionale a Calenzano, Firenze (1998), per l’area di servizio Prenestina sulla A1, Roma (1988), per ‘La città della scuola’ a Sarno, Salerno (2000, in corso di realizzazione).
Tra le opere realizzate si segnalano le residenze sanitarie a Modena, Carpi, Ancona; l’ampliamento di una scuola elementare a Campi Bisenzio, la Banca del Chianti Fiorentino a Sambuca, Firenze. Tra i progetti in corso, un insediamento produttivo a Scandicci e la Biblioteca di architettura a Firenze; tra quelli in esecuzione, il Centro direzionale dell’Ospedale di Careggi a Firenze e il centro direzionale ad Atessa, Chieti.

Veste editoriale: Brossura con alette
Formato: 22×28
Pagine: 222
Immagini a colori: 150
Immagini b/n: 100
Lingua: IT
Anno: 2008

ISBN: 9788837056094

Marco Mulazzani (Pesaro 1959) è professore di Storia dell’architettura presso l’Università di Ferrara. Dal 1998 al 2021 è redattore di «Casabella». Per i tipi di Electa ha pubblicato, tra altri, i volumi: Guida all’architettura italiana del Novecento(1991, 2004, con S. Polano); Luigi Moretti. Opere e scritti (2000, con F. Bucci); Giuseppe Vaccaro (2002); Massimo e Gabriella Carmassi (2004); Architetti italiani. Le nuove generazioni(2006); Ipostudio. La concretezza della modernità (2008); Case del balilla. Architettura e fascismo (2008, con R. Capomolla e R. Vittorini); Werner Tscholl. Architetture / Architekturen(2013); Guida ai padiglioni della Biennale di Venezia dal 1887(1988, 2014); L’architettura di Massimo Carmassi. La nuova sede dell’Università di Verona, restauro e riuso (2016); L’Ospedale degli Innocenti di Firenze. La fabbrica brunelleschiana, gli Innocenti dal Quattrocento al Novecento, il nuovo museo (2016); La foresta che cammina. Le sepolture dei soldati tedeschi 1920 1970 (2020); Campus Firenze. Un progetto di Ipostudio (2020)

In Offerta

IPOSTUDIO

Il prezzo originale era: 59,00 €.Il prezzo attuale è: 54,00 €.

2 disponibili

di Marco Maluzzani

IPOSTUDIO. La Concretezza della Modernita’

Il volume ripercorre le tappe fondamentali della carriera diIpostudio Architetti Associati.
Fondato nel 1983 da Lucia Celle, Roberto Di Giulio, Carlo Terpolilli e Elisabetta Zanasi Gabrielli, ai quali si aggiunge, nel 2002, Panfilo Cionci, Ipostudio lavora principalmente in Italia su progetti riguardanti scuole, biblioteche, residenze sanitarie assistenziali, ospedali. Dal 1991 è patner in progetti di ricerca finanziati dall’Unione Europea.
Lo studio ha partecipato a numerosi concorsi vincendo, tra gli altri, quelli per un centro direzionale a Calenzano, Firenze (1998), per l’area di servizio Prenestina sulla A1, Roma (1988), per ‘La città della scuola’ a Sarno, Salerno (2000, in corso di realizzazione).
Tra le opere realizzate si segnalano le residenze sanitarie a Modena, Carpi, Ancona; l’ampliamento di una scuola elementare a Campi Bisenzio, la Banca del Chianti Fiorentino a Sambuca, Firenze. Tra i progetti in corso, un insediamento produttivo a Scandicci e la Biblioteca di architettura a Firenze; tra quelli in esecuzione, il Centro direzionale dell’Ospedale di Careggi a Firenze e il centro direzionale ad Atessa, Chieti.

Veste editoriale: Brossura con alette
Formato: 22×28
Pagine: 222
Immagini a colori: 150
Immagini b/n: 100
Lingua: IT
Anno: 2008

ISBN: 9788837056094

Marco Mulazzani (Pesaro 1959) è professore di Storia dell’architettura presso l’Università di Ferrara. Dal 1998 al 2021 è redattore di «Casabella». Per i tipi di Electa ha pubblicato, tra altri, i volumi: Guida all’architettura italiana del Novecento(1991, 2004, con S. Polano); Luigi Moretti. Opere e scritti (2000, con F. Bucci); Giuseppe Vaccaro (2002); Massimo e Gabriella Carmassi (2004); Architetti italiani. Le nuove generazioni(2006); Ipostudio. La concretezza della modernità (2008); Case del balilla. Architettura e fascismo (2008, con R. Capomolla e R. Vittorini); Werner Tscholl. Architetture / Architekturen(2013); Guida ai padiglioni della Biennale di Venezia dal 1887(1988, 2014); L’architettura di Massimo Carmassi. La nuova sede dell’Università di Verona, restauro e riuso (2016); L’Ospedale degli Innocenti di Firenze. La fabbrica brunelleschiana, gli Innocenti dal Quattrocento al Novecento, il nuovo museo (2016); La foresta che cammina. Le sepolture dei soldati tedeschi 1920 1970 (2020); Campus Firenze. Un progetto di Ipostudio (2020)