fbpx

LIMOND

VESPER No.10: Progetto Eden/Eden Project

18,00 

Progetto Eden dà spazio e immagine alle mete, indaga le «nature« dei destini perseguiti, le concrete «cadute» dei traguardi immaginati e gli strumenti di lavoro, vita, pensiero attivati per raggiungerli. «Origine è la meta», ha sostenuto Karl Kraus. Se l’Eden è l’origine in quanto tale è sempre perduta, quindi può essere solo posta come aspirazione. Nelle tesi Sul concetto di storiaWalter Benjamin ha denominato «progresso» il progetto della modernità che spinge a porre l’Eden come fine, ma è proprio la fissazione sull’obiettivo che continua ad allontanare dall’origine, vivendo costantemente nella malinconia del paradiso perduto. Giorgio Agamben invita a ragionare su cosa significa abitare: le risposte possibili fanno incrociare ideali spesso sfocati, opportunismi consolidati, situazioni trovate e già direzionate, nelle quali insediare necessità e desideri. La meta è un’immagine che può sfuggire, è identificata o con il vivente primigenio e incorrotto o con la città perfetta in base al modularsi del rapporto cultura-natura, è interiorizzabile al prevalere di astrazioni o irrealizzabile al cospetto di neorealismi. La meta, agognata, precisa il senso del viaggio; a volte il viaggio appare come l’unico strumento atto a metterla a fuoco.

Eden Project gives space and visual representation to goals. It explores the ‘essence’ of pursued destinies, the tangible ‘collapse’ of imagined goals, and the tools employed in the realms of work, life, and thought to achieve them. Karl Kraus once argued: ‘Origin is the goal’. If Eden represents the origin, as such it is eternally lost and only attainable as a goal. In his theses On the Concept of History, Walter Benjamin referred to ‘progress’ as the project of modernity that compels us to establish Eden as a goal, but it is our fixation on this goal that perpetually distances us from the origin, leaving us trapped in the melancholic state of lost paradise. Giorgio Agamben urges us to contemplate the essence of existence: the possible responses intertwine elusive ideals, entrenched opportunism, fortuitous circumstances, and preconceived notions, all serving as the backdrop for establishing necessities and desires. The goal is an elusive image, encompassing either the primitive and untainted way of life or the perfect city, influenced by the interplay between culture and nature. It can be internalized through the dominance of abstractions or remain unattainable in the face of neo-realisms. The desired destination clarifies the purpose of the journey, sometimes rendering the journey itself as the sole means of bringing it into focus.

VESPER No.10: Progetto Eden/Eden Project

18,00 

Progetto Eden dà spazio e immagine alle mete, indaga le «nature« dei destini perseguiti, le concrete «cadute» dei traguardi immaginati e gli strumenti di lavoro, vita, pensiero attivati per raggiungerli. «Origine è la meta», ha sostenuto Karl Kraus. Se l’Eden è l’origine in quanto tale è sempre perduta, quindi può essere solo posta come aspirazione. Nelle tesi Sul concetto di storiaWalter Benjamin ha denominato «progresso» il progetto della modernità che spinge a porre l’Eden come fine, ma è proprio la fissazione sull’obiettivo che continua ad allontanare dall’origine, vivendo costantemente nella malinconia del paradiso perduto. Giorgio Agamben invita a ragionare su cosa significa abitare: le risposte possibili fanno incrociare ideali spesso sfocati, opportunismi consolidati, situazioni trovate e già direzionate, nelle quali insediare necessità e desideri. La meta è un’immagine che può sfuggire, è identificata o con il vivente primigenio e incorrotto o con la città perfetta in base al modularsi del rapporto cultura-natura, è interiorizzabile al prevalere di astrazioni o irrealizzabile al cospetto di neorealismi. La meta, agognata, precisa il senso del viaggio; a volte il viaggio appare come l’unico strumento atto a metterla a fuoco.

Eden Project gives space and visual representation to goals. It explores the ‘essence’ of pursued destinies, the tangible ‘collapse’ of imagined goals, and the tools employed in the realms of work, life, and thought to achieve them. Karl Kraus once argued: ‘Origin is the goal’. If Eden represents the origin, as such it is eternally lost and only attainable as a goal. In his theses On the Concept of History, Walter Benjamin referred to ‘progress’ as the project of modernity that compels us to establish Eden as a goal, but it is our fixation on this goal that perpetually distances us from the origin, leaving us trapped in the melancholic state of lost paradise. Giorgio Agamben urges us to contemplate the essence of existence: the possible responses intertwine elusive ideals, entrenched opportunism, fortuitous circumstances, and preconceived notions, all serving as the backdrop for establishing necessities and desires. The goal is an elusive image, encompassing either the primitive and untainted way of life or the perfect city, influenced by the interplay between culture and nature. It can be internalized through the dominance of abstractions or remain unattainable in the face of neo-realisms. The desired destination clarifies the purpose of the journey, sometimes rendering the journey itself as the sole means of bringing it into focus.

FAQ

Leggi le domande frequenti per avere maggiori informazioni sui metodi di pagamento, la spedizione e molto altro

Per acquistare uno o più libri è sufficiente compilare l’apposito modulo al quale si accede dalla scheda di ciascun libro.

Qualora i volumi ordinati non siano tutti immediatamente disponibili, il nostro staff si riserva di contattarti via mail per concordare le modalità di spedizione (A: invio immediato dei volumi presenti a magazzino e successivo invio di quelli mancanti – B. invio unico dopo il ricevimento da parte nostra dei volumi mancanti).

N.B. la fattura deve essere esplicitamente richiesta al momento dell’ordine, comunicando la ragione sociale completa di partita IVA e/o Codice Fiscale e Codice SDI.

Ai sensi dell’Art.5 del relativo Decreto, l’acquirente ha il diritto di recedere dal contratto e restituire i volumi ordinati entro 10 giorni lavorativi, purchè nel medesimo stato in cui li ha ricevuti. Il diritto di recesso dovrà essere esercitato mediante invio di lettera raccomandata A.R. a: LIMOND S.a.s. – via Arnolfo di Cambio 24/A – 37138 Verona (VR) – entro il termine di 10 (dieci) giorni lavorativi dal ricevimento dei volumi.

Tutti i resi dovranno essere autorizzati da Limond S.a.s (tel. +393472455641) con l’assegnazione di un numero di autorizzazione alla resa. Le spese di spedizione saranno interamente a carico del cliente e non si accetteranno pacchi in contrassegno.

Al ricevimento dei volumi, e verificata la loro integrità, Limond S.a.s. provvederà, entro 10 (dieci) giorni, ad accreditare il cliente del valore dei volumi restituiti.

La tempestività nell’evasione dell’ordine è determinata dalla disponibilità della merce ordinata. In caso di immediata disponibilità l’ordine verrà evaso entro 2 giorni lavorativi. Qualora uno o più libri non dovessero essere presenti a magazzino possono essere ordinati su richiesta; il nostro staff informerà il cliente, via mail, circa i tempi necessari per l’evasione dell’ordine.

Pagamento tramite bonifico bancario anticipato alle coordinate comunicate in fase di check-out

I costi di invio (che comprendono imballo e spedizione) per libri e riviste in ITALIA sono i seguenti:

Servizio postale: 3-5 gg (per merce immediatamente disponibile presso il nostro magazzino)

  • Spedizioni per acquisti fino a 62,00€: €5,50
  • Spedizioni per acquisti fino a 120,00€: €9,50
  • Spedizioni per acquisti superiori a 120,00€: Gratuite

Per una quotazione dei costi di invio in EUROPA o per spedizioni internazionali vengono richiesti i seguenti dati:

  • Nome/Cognome
  • Indirizzo (comprensivo di Codice postale)
  • Mail
  • Telefono (meglio se Cellulare)

 

Alla conferma di accettazione, verranno comunicate coordinate bancarie/account PayPal da utilizzare per il pagamento. Un Una volta ricevuto, verrà evasa la spedizione inoltrando notifica e tracciabiltà.