fbpx

LIMOND

INTERVENIRE SUL COSTRUITO

28,00 

1 disponibili

a cura di Ricccardo GulliAlessandro Greco

INTERVENIRE SUL COSTRUITO. Norme, Tecniche e Progetto per la Riqualificazione del Patrimonio esistente

Secondo il rapporto sul mercato delle costruzioni stilato dal CRESME, nell’ultimo biennio si è consumata la chiusura di un ciclo edilizio, il sesto dal dopoguerra, con il conseguente avvio di una nuova stagione per l’intero comparto delle costruzioni; uno scenario ancora incerto per le prospettive di sviluppo, in cui però viene prefigurata una significativa crescita nel settore della riqualificazione del patrimonio esistente, connotata da una maggiore attenzione per l’innovazione tecnologica e per il miglioramento normativo e prestazionali degli edifici. Uno sviluppo che prende le mosse da un orientamento già consolidato nel corso degli ultimi venti anni in Italia, dove circa il 60% della produzione nelle costruzioni proviene dall’attività manutentiva e dagli interventi sul costruito, a fronte di un drastico calo della produzione abitativa, che è passata da un 70-80% degli anni sessanta e settanta a quote inferiori al 15-20% nel corso degli ultimi dieci anni.

In questo contesto si muove dunque la riflessione promossa dall’Associazione culturale Ar.Tec. – Associazione scientifica per la promozione dei rapporti tra architettura e tecniche per l’edilizia – svolta in occasione del convegno organizzato al SAIE 2010 ed intesa a istituire un confronto fra le diverse istanze che concorrono a garantire un miglioramento degli esiti architettonici e costruttivi degli interventi: dai criteri progettuali, alle pratiche tecniche, ai requisiti normativi, fino alle procedure operative e gestionali.

Veste editoriale: Brossura
Formato: 17×24
Pagine: 118
Lingua: IT
Anno: 2012

ISBN: 9788896386194

——————————

INDICE

Pier Giovanni Bardelli
Presentazione

Riccardo Gulli
Recupero ecosostenibile del patrimonio edilizio recente. Un caso di social housing a Bologna degli Anni Settanta

Alessandro Greco
Accessibilità e fruibilità del patrimonio storico: spunti e metodi per una progettazione ampliata

Andrea Bruno
Costruire sul costruito. Perché e per chi conservare

Antonello Sanna
Norma, conoscenza e progetto negli interventi sul patrimonio costruito. Il caso Sardegna

Jaime Migone Rettig
Norme e tecniche di intervento sul costruito: l’esperienza della Cattedrale di Santiago del Cile

Paolo Verducci
Il recupero e la valorizzazione dell’esistente attraverso la produzione di energie rinnovabili

Alessandro Greco docente di Architettura Tecnica presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Pavia. Le attività di ricerca principali sono rivolte alle soluzioni per l’eliminazione delle barriere architettoniche e sensoriali nell’edilizia storica, alla progettazione ampliata, all’edilizia ospedaliera ed alle soluzioni costruttive sostenibili per l’edilizia residenziale. Dal 2006 si occupa del rilievo degli edifici storici dell’Università di Pavia, secondo un programma di rilevamento geometrico e materico finalizzato alla conoscenza della fabbrica come base di riferimento per la gestione, manutenzione e conservazione programmate. Partecipa a Workshop internazionali di progettazione incentrati sul tema del recupero urbano e architettonico. Ha all’attivo diverse pubblicazioni sia in ambito nazionale ed internazionale ed è visiting professor presso l’Universidad Internacional SEK di Santiago de Chile.

Riccardo Gulli, Straordinario di Architettura Tecnica, ha svolto attività scientifica e didattica presso le sedi universitarie di Ancona (1991-98), Perugia (1995-98), Udine (1998-2003) e dal 2003 all’Alma Mater Studiorum di Bologna. Responsabile scientifico del Centro Studi LabTeco (Laboratorio di progettazione sperimentazione tecnologica sul costruito) dell’ateneo di Bologna; Direttore del Laboratorio di ricerca industriale NEREA (Network per il Restauro Avanzato della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia Romagna) (2008-2010); Responsabile dell’Unità Operativa “Recupero e restauro” del CIRI (Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale) EDILIZIA E COSTRUZIONI dell’Università di Bologna; membro del Comitato Scientifico dei Congressi Internazionali di Storia della Costruzione (Madrid 2003 – Cambridge 2006 – Cottbus 2009, Parigi 2012); membro della giunta nazionale ArTec (Associazione scientifica di Architettura Tecnica) (2006-2010). I primari indirizzi di interesse riguardano i settori delle tecniche costruttive storiche, del recupero edilizio e della progettazione architettonica nel campo degli interventi sul patrimonio edilizio esistente.

INTERVENIRE SUL COSTRUITO

28,00 

1 disponibili

a cura di Ricccardo GulliAlessandro Greco

INTERVENIRE SUL COSTRUITO. Norme, Tecniche e Progetto per la Riqualificazione del Patrimonio esistente

Secondo il rapporto sul mercato delle costruzioni stilato dal CRESME, nell’ultimo biennio si è consumata la chiusura di un ciclo edilizio, il sesto dal dopoguerra, con il conseguente avvio di una nuova stagione per l’intero comparto delle costruzioni; uno scenario ancora incerto per le prospettive di sviluppo, in cui però viene prefigurata una significativa crescita nel settore della riqualificazione del patrimonio esistente, connotata da una maggiore attenzione per l’innovazione tecnologica e per il miglioramento normativo e prestazionali degli edifici. Uno sviluppo che prende le mosse da un orientamento già consolidato nel corso degli ultimi venti anni in Italia, dove circa il 60% della produzione nelle costruzioni proviene dall’attività manutentiva e dagli interventi sul costruito, a fronte di un drastico calo della produzione abitativa, che è passata da un 70-80% degli anni sessanta e settanta a quote inferiori al 15-20% nel corso degli ultimi dieci anni.

In questo contesto si muove dunque la riflessione promossa dall’Associazione culturale Ar.Tec. – Associazione scientifica per la promozione dei rapporti tra architettura e tecniche per l’edilizia – svolta in occasione del convegno organizzato al SAIE 2010 ed intesa a istituire un confronto fra le diverse istanze che concorrono a garantire un miglioramento degli esiti architettonici e costruttivi degli interventi: dai criteri progettuali, alle pratiche tecniche, ai requisiti normativi, fino alle procedure operative e gestionali.

Veste editoriale: Brossura
Formato: 17×24
Pagine: 118
Lingua: IT
Anno: 2012

ISBN: 9788896386194

——————————

INDICE

Pier Giovanni Bardelli
Presentazione

Riccardo Gulli
Recupero ecosostenibile del patrimonio edilizio recente. Un caso di social housing a Bologna degli Anni Settanta

Alessandro Greco
Accessibilità e fruibilità del patrimonio storico: spunti e metodi per una progettazione ampliata

Andrea Bruno
Costruire sul costruito. Perché e per chi conservare

Antonello Sanna
Norma, conoscenza e progetto negli interventi sul patrimonio costruito. Il caso Sardegna

Jaime Migone Rettig
Norme e tecniche di intervento sul costruito: l’esperienza della Cattedrale di Santiago del Cile

Paolo Verducci
Il recupero e la valorizzazione dell’esistente attraverso la produzione di energie rinnovabili

Alessandro Greco docente di Architettura Tecnica presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Pavia. Le attività di ricerca principali sono rivolte alle soluzioni per l’eliminazione delle barriere architettoniche e sensoriali nell’edilizia storica, alla progettazione ampliata, all’edilizia ospedaliera ed alle soluzioni costruttive sostenibili per l’edilizia residenziale. Dal 2006 si occupa del rilievo degli edifici storici dell’Università di Pavia, secondo un programma di rilevamento geometrico e materico finalizzato alla conoscenza della fabbrica come base di riferimento per la gestione, manutenzione e conservazione programmate. Partecipa a Workshop internazionali di progettazione incentrati sul tema del recupero urbano e architettonico. Ha all’attivo diverse pubblicazioni sia in ambito nazionale ed internazionale ed è visiting professor presso l’Universidad Internacional SEK di Santiago de Chile.

Riccardo Gulli, Straordinario di Architettura Tecnica, ha svolto attività scientifica e didattica presso le sedi universitarie di Ancona (1991-98), Perugia (1995-98), Udine (1998-2003) e dal 2003 all’Alma Mater Studiorum di Bologna. Responsabile scientifico del Centro Studi LabTeco (Laboratorio di progettazione sperimentazione tecnologica sul costruito) dell’ateneo di Bologna; Direttore del Laboratorio di ricerca industriale NEREA (Network per il Restauro Avanzato della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia Romagna) (2008-2010); Responsabile dell’Unità Operativa “Recupero e restauro” del CIRI (Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale) EDILIZIA E COSTRUZIONI dell’Università di Bologna; membro del Comitato Scientifico dei Congressi Internazionali di Storia della Costruzione (Madrid 2003 – Cambridge 2006 – Cottbus 2009, Parigi 2012); membro della giunta nazionale ArTec (Associazione scientifica di Architettura Tecnica) (2006-2010). I primari indirizzi di interesse riguardano i settori delle tecniche costruttive storiche, del recupero edilizio e della progettazione architettonica nel campo degli interventi sul patrimonio edilizio esistente.

FAQ

Leggi le domande frequenti per avere maggiori informazioni sui metodi di pagamento, la spedizione e molto altro

Per acquistare uno o più libri è sufficiente compilare l’apposito modulo al quale si accede dalla scheda di ciascun libro.

Qualora i volumi ordinati non siano tutti immediatamente disponibili, il nostro staff si riserva di contattarti via mail per concordare le modalità di spedizione (A: invio immediato dei volumi presenti a magazzino e successivo invio di quelli mancanti – B. invio unico dopo il ricevimento da parte nostra dei volumi mancanti).

N.B. la fattura deve essere esplicitamente richiesta al momento dell’ordine, comunicando la ragione sociale completa di partita IVA e/o Codice Fiscale e Codice SDI.

Ai sensi dell’Art.5 del relativo Decreto, l’acquirente ha il diritto di recedere dal contratto e restituire i volumi ordinati entro 10 giorni lavorativi, purchè nel medesimo stato in cui li ha ricevuti. Il diritto di recesso dovrà essere esercitato mediante invio di lettera raccomandata A.R. a: LIMOND S.a.s. – via Arnolfo di Cambio 24/A – 37138 Verona (VR) – entro il termine di 10 (dieci) giorni lavorativi dal ricevimento dei volumi.

Tutti i resi dovranno essere autorizzati da Limond S.a.s (tel. +393472455641) con l’assegnazione di un numero di autorizzazione alla resa. Le spese di spedizione saranno interamente a carico del cliente e non si accetteranno pacchi in contrassegno.

Al ricevimento dei volumi, e verificata la loro integrità, Limond S.a.s. provvederà, entro 10 (dieci) giorni, ad accreditare il cliente del valore dei volumi restituiti.

La tempestività nell’evasione dell’ordine è determinata dalla disponibilità della merce ordinata. In caso di immediata disponibilità l’ordine verrà evaso entro 2 giorni lavorativi. Qualora uno o più libri non dovessero essere presenti a magazzino possono essere ordinati su richiesta; il nostro staff informerà il cliente, via mail, circa i tempi necessari per l’evasione dell’ordine.

Pagamento tramite bonifico bancario anticipato alle coordinate comunicate in fase di check-out

I costi di invio (che comprendono imballo e spedizione) per libri e riviste in ITALIA sono i seguenti:

Servizio postale: 3-5 gg (per merce immediatamente disponibile presso il nostro magazzino)

  • Spedizioni per acquisti fino a 62,00€: €5,50
  • Spedizioni per acquisti fino a 120,00€: €9,50
  • Spedizioni per acquisti superiori a 120,00€: Gratuite

Per una quotazione dei costi di invio in EUROPA o per spedizioni internazionali vengono richiesti i seguenti dati:

  • Nome/Cognome
  • Indirizzo (comprensivo di Codice postale)
  • Mail
  • Telefono (meglio se Cellulare)

 

Alla conferma di accettazione, verranno comunicate coordinate bancarie/account PayPal da utilizzare per il pagamento. Un Una volta ricevuto, verrà evasa la spedizione inoltrando notifica e tracciabiltà.