fbpx

LIMOND

DETAIL 4/2011: 50 Anni Detail Costruire Oggi e Domani

21,00 

1 disponibili

Da cinquant’anni a questa parte il mondo dell’architettura ha subito grandi trasformazioni. Esattamente nel gennaio del 1961 usciva dalla tipografia il primo numero di DETAIL. In occasione del giubileo per i cinquanta anni della rivista, la redazione ha deciso, per ogni edizione di quest’anno, di offrire ai lettori un intervento retrospettivo che documenti per la seconda volta un edificio già pubblicato e considerato pionieristico ai tempi della sua costruzione. Per l’edizione del giubileo, la lente d’ingrandimento si è fermata su un esempio straordinario di sintesi tecnologica, architettonica e paesaggistica: l’Olympiapark di Monaco di Baviera. Gli articoli ne offrono un’analisi critica dal punto di vista delle trasformazioni che si sono succedute nel tempo e in considerazione della potenziale candidatura ad ospitare i Giochi Olimpici del 2018. Sulle nostre pagine Online potete ammirare una rassegna di layout della nostra rivista, dal primo giorno ad oggi. Nell’edizione dedicata ai »50 anni di DETAIL« desideriamo tuttavia lasciare poco spazio all’autocelebrazione, concentrandoci piuttosto sulle sfide globali, attuali e future, dell’edilizia. Nell’intervento intitolato »Costruire l’estetica«, il nostro direttore, Christian Schittich, pone l’accento sul valore e l’importanza del particolare architettonico nell’architettura degli anni passati, del presente e del prossimo futuro, ma anche sul modo con cui DETAIL ha costantemente affrontato l’argomento. Andres Lepik allarga l’orizzonte della discussione ad un ragionamento globale: L’architettura delle archistar sta per andare in congedo? La trasformazione futura in chiave sostenibile del nostro mondo non sarà forse più dovuta ai progetti meno appariscenti? Come sempre, tuttavia, il cuore della rivista è formato da una documentazione estremamente accurata di progetti selezionati. Anche se, questa volta, l’analisi esce dalla consueta categoria dei temi d’approfondimento e i progetti sono stati scelti dalla redazione in base alla propria capacità di rappresentare, ognuno per un certo aspetto, una tendenza determinante. Chi per la particolare cura riservata alle tematiche sociali, chi per la sostenibilità o per la novità tecnologica, altri per l’innovazione urbanistica o per la riuscita riqualificazione estetica ed energetica di un bene esistente. Quale di questi esempi, poi, sarà effettivamente in grado di soddisfare in modo sostenibile le esigenze del committente, questo lo scopriremo nel corso dei prossimi 50 anni.

Veste editoriale: Brossura
Formato: 21×29
Pagine: 159
Lingua: D-IT
Anno: 2011

ISSN: 011-9571-0411

DETAIL 4/2011: 50 Anni Detail Costruire Oggi e Domani

21,00 

1 disponibili

Da cinquant’anni a questa parte il mondo dell’architettura ha subito grandi trasformazioni. Esattamente nel gennaio del 1961 usciva dalla tipografia il primo numero di DETAIL. In occasione del giubileo per i cinquanta anni della rivista, la redazione ha deciso, per ogni edizione di quest’anno, di offrire ai lettori un intervento retrospettivo che documenti per la seconda volta un edificio già pubblicato e considerato pionieristico ai tempi della sua costruzione. Per l’edizione del giubileo, la lente d’ingrandimento si è fermata su un esempio straordinario di sintesi tecnologica, architettonica e paesaggistica: l’Olympiapark di Monaco di Baviera. Gli articoli ne offrono un’analisi critica dal punto di vista delle trasformazioni che si sono succedute nel tempo e in considerazione della potenziale candidatura ad ospitare i Giochi Olimpici del 2018. Sulle nostre pagine Online potete ammirare una rassegna di layout della nostra rivista, dal primo giorno ad oggi. Nell’edizione dedicata ai »50 anni di DETAIL« desideriamo tuttavia lasciare poco spazio all’autocelebrazione, concentrandoci piuttosto sulle sfide globali, attuali e future, dell’edilizia. Nell’intervento intitolato »Costruire l’estetica«, il nostro direttore, Christian Schittich, pone l’accento sul valore e l’importanza del particolare architettonico nell’architettura degli anni passati, del presente e del prossimo futuro, ma anche sul modo con cui DETAIL ha costantemente affrontato l’argomento. Andres Lepik allarga l’orizzonte della discussione ad un ragionamento globale: L’architettura delle archistar sta per andare in congedo? La trasformazione futura in chiave sostenibile del nostro mondo non sarà forse più dovuta ai progetti meno appariscenti? Come sempre, tuttavia, il cuore della rivista è formato da una documentazione estremamente accurata di progetti selezionati. Anche se, questa volta, l’analisi esce dalla consueta categoria dei temi d’approfondimento e i progetti sono stati scelti dalla redazione in base alla propria capacità di rappresentare, ognuno per un certo aspetto, una tendenza determinante. Chi per la particolare cura riservata alle tematiche sociali, chi per la sostenibilità o per la novità tecnologica, altri per l’innovazione urbanistica o per la riuscita riqualificazione estetica ed energetica di un bene esistente. Quale di questi esempi, poi, sarà effettivamente in grado di soddisfare in modo sostenibile le esigenze del committente, questo lo scopriremo nel corso dei prossimi 50 anni.

Veste editoriale: Brossura
Formato: 21×29
Pagine: 159
Lingua: D-IT
Anno: 2011

ISSN: 011-9571-0411

FAQ

Leggi le domande frequenti per avere maggiori informazioni sui metodi di pagamento, la spedizione e molto altro

Per acquistare uno o più libri è sufficiente compilare l’apposito modulo al quale si accede dalla scheda di ciascun libro.

Qualora i volumi ordinati non siano tutti immediatamente disponibili, il nostro staff si riserva di contattarti via mail per concordare le modalità di spedizione (A: invio immediato dei volumi presenti a magazzino e successivo invio di quelli mancanti – B. invio unico dopo il ricevimento da parte nostra dei volumi mancanti).

N.B. la fattura deve essere esplicitamente richiesta al momento dell’ordine, comunicando la ragione sociale completa di partita IVA e/o Codice Fiscale e Codice SDI.

Ai sensi dell’Art.5 del relativo Decreto, l’acquirente ha il diritto di recedere dal contratto e restituire i volumi ordinati entro 10 giorni lavorativi, purchè nel medesimo stato in cui li ha ricevuti. Il diritto di recesso dovrà essere esercitato mediante invio di lettera raccomandata A.R. a: LIMOND S.a.s. – via Arnolfo di Cambio 24/A – 37138 Verona (VR) – entro il termine di 10 (dieci) giorni lavorativi dal ricevimento dei volumi.

Tutti i resi dovranno essere autorizzati da Limond S.a.s (tel. +393472455641) con l’assegnazione di un numero di autorizzazione alla resa. Le spese di spedizione saranno interamente a carico del cliente e non si accetteranno pacchi in contrassegno.

Al ricevimento dei volumi, e verificata la loro integrità, Limond S.a.s. provvederà, entro 10 (dieci) giorni, ad accreditare il cliente del valore dei volumi restituiti.

La tempestività nell’evasione dell’ordine è determinata dalla disponibilità della merce ordinata. In caso di immediata disponibilità l’ordine verrà evaso entro 2 giorni lavorativi. Qualora uno o più libri non dovessero essere presenti a magazzino possono essere ordinati su richiesta; il nostro staff informerà il cliente, via mail, circa i tempi necessari per l’evasione dell’ordine.

Pagamento tramite bonifico bancario anticipato alle coordinate comunicate in fase di check-out

I costi di invio (che comprendono imballo e spedizione) per libri e riviste in ITALIA sono i seguenti:

Servizio postale: 3-5 gg (per merce immediatamente disponibile presso il nostro magazzino)

  • Spedizioni per acquisti fino a 62,00€: €5,50
  • Spedizioni per acquisti fino a 120,00€: €9,50
  • Spedizioni per acquisti superiori a 120,00€: Gratuite

Per una quotazione dei costi di invio in EUROPA o per spedizioni internazionali vengono richiesti i seguenti dati:

  • Nome/Cognome
  • Indirizzo (comprensivo di Codice postale)
  • Mail
  • Telefono (meglio se Cellulare)

 

Alla conferma di accettazione, verranno comunicate coordinate bancarie/account PayPal da utilizzare per il pagamento. Un Una volta ricevuto, verrà evasa la spedizione inoltrando notifica e tracciabiltà.