fbpx

LIMOND

DETAIL 3/2011 Konzept: Luoghi di Vendita

21,00 

1 disponibili

Mentre nei centri storici la vendita al dettaglio rischia di scomparire, i concorrenti centri commerciali godono spesso di grande favore. Esteticamente di cattivo gusto e colonizzati da catene commerciali tutte eguali tra loro, i “Malls” sono attualmente oggetto di critiche alquanto fondate. Nel prossimo numero di DETAIL-Concept, dedicato al tema “Negozi e aree di vendita”, il drammaturgo di fama internazionale Christian Mikunda illustra, nel suo articolo introduttivo, i meccanismi psicologici che muovono la clientela verso questi luoghi e la inducono a fare acquisti. Una selezione di centri commerciali “ben riusciti” inoltre, dimostra che il progetto non conduce inevitabilmente ad uno spettacolo di colori ed effetti speciali ma può anche dar luogo ad architetture di qualità. Documentiamo come esempio la sede dei grandi magazzini Tyrol di Innsbruck (2,3), opera di Chipperfield Architects. L’edificio, in questo caso, si inserisce elegantemente e con le giuste proporzioni all’interno dell’antico tessuto urbano, celando contemporaneamente – in modo straordinario – la propria imponente superficie di vendita di 33 000 mq. Lo studio di architettura Diener & Diener, invece, con la realizzazione del centro commerciale “Stücki”(1) di Basilea, ha dovuto affrontare una sfida esattamente opposta. In un quartiere operaio ai margini del centro urbano, al posto di una vecchia fabbrica, è sorto un centro commerciale completo di hotel e superfici direzionali. In questo caso, architetti, progettisti del paesaggio e designer di sistemi multimediali illustrano il processo realizzativo di un grande progetto che si integra nel difficile contesto periferico in modo distaccato e pretenzioso.

 
Veste editoriale: Brossura
Formato: 21×29
Pagine: 159
Lingua: D-IT
Anno: 2011
 
ISSN: 011-9571-0311

DETAIL 3/2011 Konzept: Luoghi di Vendita

21,00 

1 disponibili

Mentre nei centri storici la vendita al dettaglio rischia di scomparire, i concorrenti centri commerciali godono spesso di grande favore. Esteticamente di cattivo gusto e colonizzati da catene commerciali tutte eguali tra loro, i “Malls” sono attualmente oggetto di critiche alquanto fondate. Nel prossimo numero di DETAIL-Concept, dedicato al tema “Negozi e aree di vendita”, il drammaturgo di fama internazionale Christian Mikunda illustra, nel suo articolo introduttivo, i meccanismi psicologici che muovono la clientela verso questi luoghi e la inducono a fare acquisti. Una selezione di centri commerciali “ben riusciti” inoltre, dimostra che il progetto non conduce inevitabilmente ad uno spettacolo di colori ed effetti speciali ma può anche dar luogo ad architetture di qualità. Documentiamo come esempio la sede dei grandi magazzini Tyrol di Innsbruck (2,3), opera di Chipperfield Architects. L’edificio, in questo caso, si inserisce elegantemente e con le giuste proporzioni all’interno dell’antico tessuto urbano, celando contemporaneamente – in modo straordinario – la propria imponente superficie di vendita di 33 000 mq. Lo studio di architettura Diener & Diener, invece, con la realizzazione del centro commerciale “Stücki”(1) di Basilea, ha dovuto affrontare una sfida esattamente opposta. In un quartiere operaio ai margini del centro urbano, al posto di una vecchia fabbrica, è sorto un centro commerciale completo di hotel e superfici direzionali. In questo caso, architetti, progettisti del paesaggio e designer di sistemi multimediali illustrano il processo realizzativo di un grande progetto che si integra nel difficile contesto periferico in modo distaccato e pretenzioso.

 
Veste editoriale: Brossura
Formato: 21×29
Pagine: 159
Lingua: D-IT
Anno: 2011
 
ISSN: 011-9571-0311

FAQ

Leggi le domande frequenti per avere maggiori informazioni sui metodi di pagamento, la spedizione e molto altro

Per acquistare uno o più libri è sufficiente compilare l’apposito modulo al quale si accede dalla scheda di ciascun libro.

Qualora i volumi ordinati non siano tutti immediatamente disponibili, il nostro staff si riserva di contattarti via mail per concordare le modalità di spedizione (A: invio immediato dei volumi presenti a magazzino e successivo invio di quelli mancanti – B. invio unico dopo il ricevimento da parte nostra dei volumi mancanti).

N.B. la fattura deve essere esplicitamente richiesta al momento dell’ordine, comunicando la ragione sociale completa di partita IVA e/o Codice Fiscale e Codice SDI.

Ai sensi dell’Art.5 del relativo Decreto, l’acquirente ha il diritto di recedere dal contratto e restituire i volumi ordinati entro 10 giorni lavorativi, purchè nel medesimo stato in cui li ha ricevuti. Il diritto di recesso dovrà essere esercitato mediante invio di lettera raccomandata A.R. a: LIMOND S.a.s. – via Arnolfo di Cambio 24/A – 37138 Verona (VR) – entro il termine di 10 (dieci) giorni lavorativi dal ricevimento dei volumi.

Tutti i resi dovranno essere autorizzati da Limond S.a.s (tel. +393472455641) con l’assegnazione di un numero di autorizzazione alla resa. Le spese di spedizione saranno interamente a carico del cliente e non si accetteranno pacchi in contrassegno.

Al ricevimento dei volumi, e verificata la loro integrità, Limond S.a.s. provvederà, entro 10 (dieci) giorni, ad accreditare il cliente del valore dei volumi restituiti.

La tempestività nell’evasione dell’ordine è determinata dalla disponibilità della merce ordinata. In caso di immediata disponibilità l’ordine verrà evaso entro 2 giorni lavorativi. Qualora uno o più libri non dovessero essere presenti a magazzino possono essere ordinati su richiesta; il nostro staff informerà il cliente, via mail, circa i tempi necessari per l’evasione dell’ordine.

Pagamento tramite bonifico bancario anticipato alle coordinate comunicate in fase di check-out

I costi di invio (che comprendono imballo e spedizione) per libri e riviste in ITALIA sono i seguenti:

Servizio postale: 3-5 gg (per merce immediatamente disponibile presso il nostro magazzino)

  • Spedizioni per acquisti fino a 62,00€: €5,50
  • Spedizioni per acquisti fino a 120,00€: €9,50
  • Spedizioni per acquisti superiori a 120,00€: Gratuite

Per una quotazione dei costi di invio in EUROPA o per spedizioni internazionali vengono richiesti i seguenti dati:

  • Nome/Cognome
  • Indirizzo (comprensivo di Codice postale)
  • Mail
  • Telefono (meglio se Cellulare)

 

Alla conferma di accettazione, verranno comunicate coordinate bancarie/account PayPal da utilizzare per il pagamento. Un Una volta ricevuto, verrà evasa la spedizione inoltrando notifica e tracciabiltà.