fbpx

LIMOND

CASE D’ALTA MONTAGNA

69,00 

Esaurito

di Giancarlo GardinRiccardo Bianchi

CASE D’ALTA MONTAGNA. Architetture Alpine di Renato Maurizio

Renato Maurizio è un architetto di montagna, oltre che un provetto e ispirato acquerellista. E’ nato a Casaccia in Val Bregaglia nel 1949 e lavora a Maloja (o Maloggia come si dice nel vernacolo bregagliotto in cui si esprime, insieme all’italiano, il tedesco, l’inglese e il francese). La sua opera non va fuori dei confini della val Bregaglia e dell’Engadina – dove è molto apprezzata – ed è un vero peccato perché i progetti e le realizzazioni di Maurizio, impostati secondo un principio che si può definire ‘contrappunto della tradizione’, offrono all’architettura alpina spunti e stimoli importanti e insieme indicano una via per rimettere in armonia artificio e natura, paesaggio antropizzato e naturale. ‘Case d’alta montagna, Architetture alpine di Renato Maurizio’ vuole colmare questa lacuna di conoscenza. Lo fa con precisione e puntualità, senza eccessi scientifici: visitando e raccontando con il corredo di un apparato iconografico notevolissimo, una ventina di residenze, sempre documentandole nel loro contesto ambientale, sia edilizio che paesaggistico, e quindi esplorandone l’esterno così come gli interni, e costruisce una sorta di atlante dell’opera alpina di Maurizio, piacevole da leggere, suggestivo da guardare e insieme, nel suo complesso, diventa una inedita riflessione illustrata sul costruire in montagna, sul rapporto tra il costruito e il paesaggio, sull’inserimento del nuovo in un tessuto urbano ed edilizio consolidato, spesso di forte pregio storico e ambientale. Il volume si apre con una breve conversazione con l’architetto bregagliotto, dove si toccano i temi della sua formazione, del suo legame con le tradizioni della propria valle, la Bregaglia appunto, della passione per la montagna, e naturalmente, delle concezioni progettuali e costruttive che è andato maturando in trent’anni di carriera e che di recente modula e applica secondo le esigenze. Il capitolo è illustrato sia con fotografie che con disegni autografi. Nel capitolo successivo un intervento ‘straordinario’ di Osvaldo Patani, poeta e critico d’arte, approfondisce gli aspetti artistici della personalità di Maurizio, fondamentali per comprendere le sue architetture, il loro rapporto con la luce, con la pietra, con le forme semplici e poderose, e la loro dichiarata telluricità. Segue il corpo centrale del volume, ossia l’esame delle costruzioni più significative, sia gli interventi di restauro e trasformazione sia quelli ex-novo, ciascuno presentato con una sequenza di immagini a colori a piena pagina scattate appositamente per questo libro da Giancarlo Gardin che, dall’ambientamento paesaggistico dell’edificio, conducono il lettore fino alla visione dei dettagli costruttivi e degli interni, con una sottolineatura degli elementi d’arredo disegnati dallo stesso Maurizio. A questa documentazione iconografica si affianca un testo esplicativo di Riccardo Bianchi, planimetrie e schizzi di progetto. I progetti sono raggruppati in sottocapitoli geografico-tematici combinando i luoghi con le tipologie dalle case unifamiliari alle residenze condominiali, ai restauri e alle ristrutturazioni: ciascuno di essi è introdotto da una doppia pagina di carboncini o acquerelli di Maurizio inerenti al luogo. Chiudono il volume una sezione dedicata agli edifici pubblici firmati dall’architetto e due battenti ne riportano il regesto illustrato delle sue opere. 

Veste editoriale: Cartonato con Sovraccoperta
Formato: 24×27,5
Pagine: 192
Immagini a colori: 300
Lingua: IT-D
Anno: 2005

ISBN: 9788887653076

CASE D’ALTA MONTAGNA

69,00 

Esaurito

di Giancarlo GardinRiccardo Bianchi

CASE D’ALTA MONTAGNA. Architetture Alpine di Renato Maurizio

Renato Maurizio è un architetto di montagna, oltre che un provetto e ispirato acquerellista. E’ nato a Casaccia in Val Bregaglia nel 1949 e lavora a Maloja (o Maloggia come si dice nel vernacolo bregagliotto in cui si esprime, insieme all’italiano, il tedesco, l’inglese e il francese). La sua opera non va fuori dei confini della val Bregaglia e dell’Engadina – dove è molto apprezzata – ed è un vero peccato perché i progetti e le realizzazioni di Maurizio, impostati secondo un principio che si può definire ‘contrappunto della tradizione’, offrono all’architettura alpina spunti e stimoli importanti e insieme indicano una via per rimettere in armonia artificio e natura, paesaggio antropizzato e naturale. ‘Case d’alta montagna, Architetture alpine di Renato Maurizio’ vuole colmare questa lacuna di conoscenza. Lo fa con precisione e puntualità, senza eccessi scientifici: visitando e raccontando con il corredo di un apparato iconografico notevolissimo, una ventina di residenze, sempre documentandole nel loro contesto ambientale, sia edilizio che paesaggistico, e quindi esplorandone l’esterno così come gli interni, e costruisce una sorta di atlante dell’opera alpina di Maurizio, piacevole da leggere, suggestivo da guardare e insieme, nel suo complesso, diventa una inedita riflessione illustrata sul costruire in montagna, sul rapporto tra il costruito e il paesaggio, sull’inserimento del nuovo in un tessuto urbano ed edilizio consolidato, spesso di forte pregio storico e ambientale. Il volume si apre con una breve conversazione con l’architetto bregagliotto, dove si toccano i temi della sua formazione, del suo legame con le tradizioni della propria valle, la Bregaglia appunto, della passione per la montagna, e naturalmente, delle concezioni progettuali e costruttive che è andato maturando in trent’anni di carriera e che di recente modula e applica secondo le esigenze. Il capitolo è illustrato sia con fotografie che con disegni autografi. Nel capitolo successivo un intervento ‘straordinario’ di Osvaldo Patani, poeta e critico d’arte, approfondisce gli aspetti artistici della personalità di Maurizio, fondamentali per comprendere le sue architetture, il loro rapporto con la luce, con la pietra, con le forme semplici e poderose, e la loro dichiarata telluricità. Segue il corpo centrale del volume, ossia l’esame delle costruzioni più significative, sia gli interventi di restauro e trasformazione sia quelli ex-novo, ciascuno presentato con una sequenza di immagini a colori a piena pagina scattate appositamente per questo libro da Giancarlo Gardin che, dall’ambientamento paesaggistico dell’edificio, conducono il lettore fino alla visione dei dettagli costruttivi e degli interni, con una sottolineatura degli elementi d’arredo disegnati dallo stesso Maurizio. A questa documentazione iconografica si affianca un testo esplicativo di Riccardo Bianchi, planimetrie e schizzi di progetto. I progetti sono raggruppati in sottocapitoli geografico-tematici combinando i luoghi con le tipologie dalle case unifamiliari alle residenze condominiali, ai restauri e alle ristrutturazioni: ciascuno di essi è introdotto da una doppia pagina di carboncini o acquerelli di Maurizio inerenti al luogo. Chiudono il volume una sezione dedicata agli edifici pubblici firmati dall’architetto e due battenti ne riportano il regesto illustrato delle sue opere. 

Veste editoriale: Cartonato con Sovraccoperta
Formato: 24×27,5
Pagine: 192
Immagini a colori: 300
Lingua: IT-D
Anno: 2005

ISBN: 9788887653076

FAQ

Leggi le domande frequenti per avere maggiori informazioni sui metodi di pagamento, la spedizione e molto altro

Per acquistare uno o più libri è sufficiente compilare l’apposito modulo al quale si accede dalla scheda di ciascun libro.

Qualora i volumi ordinati non siano tutti immediatamente disponibili, il nostro staff si riserva di contattarti via mail per concordare le modalità di spedizione (A: invio immediato dei volumi presenti a magazzino e successivo invio di quelli mancanti – B. invio unico dopo il ricevimento da parte nostra dei volumi mancanti).

N.B. la fattura deve essere esplicitamente richiesta al momento dell’ordine, comunicando la ragione sociale completa di partita IVA e/o Codice Fiscale e Codice SDI.

Ai sensi dell’Art.5 del relativo Decreto, l’acquirente ha il diritto di recedere dal contratto e restituire i volumi ordinati entro 10 giorni lavorativi, purchè nel medesimo stato in cui li ha ricevuti. Il diritto di recesso dovrà essere esercitato mediante invio di lettera raccomandata A.R. a: LIMOND S.a.s. – via Arnolfo di Cambio 24/A – 37138 Verona (VR) – entro il termine di 10 (dieci) giorni lavorativi dal ricevimento dei volumi.

Tutti i resi dovranno essere autorizzati da Limond S.a.s (tel. +393472455641) con l’assegnazione di un numero di autorizzazione alla resa. Le spese di spedizione saranno interamente a carico del cliente e non si accetteranno pacchi in contrassegno.

Al ricevimento dei volumi, e verificata la loro integrità, Limond S.a.s. provvederà, entro 10 (dieci) giorni, ad accreditare il cliente del valore dei volumi restituiti.

La tempestività nell’evasione dell’ordine è determinata dalla disponibilità della merce ordinata. In caso di immediata disponibilità l’ordine verrà evaso entro 2 giorni lavorativi. Qualora uno o più libri non dovessero essere presenti a magazzino possono essere ordinati su richiesta; il nostro staff informerà il cliente, via mail, circa i tempi necessari per l’evasione dell’ordine.

Pagamento tramite bonifico bancario anticipato alle coordinate comunicate in fase di check-out

I costi di invio (che comprendono imballo e spedizione) per libri e riviste in ITALIA sono i seguenti:

Servizio postale: 3-5 gg (per merce immediatamente disponibile presso il nostro magazzino)

  • Spedizioni per acquisti fino a 62,00€: €5,50
  • Spedizioni per acquisti fino a 120,00€: €9,50
  • Spedizioni per acquisti superiori a 120,00€: Gratuite

Per una quotazione dei costi di invio in EUROPA o per spedizioni internazionali vengono richiesti i seguenti dati:

  • Nome/Cognome
  • Indirizzo (comprensivo di Codice postale)
  • Mail
  • Telefono (meglio se Cellulare)

 

Alla conferma di accettazione, verranno comunicate coordinate bancarie/account PayPal da utilizzare per il pagamento. Un Una volta ricevuto, verrà evasa la spedizione inoltrando notifica e tracciabiltà.