fbpx

LIMOND

CASABELLA 957 (Maggio 2024)

15,00 

957 maggio 2024 may

Il confronto tra due epoche molto vicine ma piuttosto diverse è il tema di «Casabella» 957. Nelle prime pagine vi sono presentati tre edifici progettati per offrire spazi discreti destinati a svolgere funzioni soltanto in apparenza differenti. La logica sulla base della quale questo numero è stato costruito ha indotto «Casabella» a premettere alle immagini che li rappresentano una fotografia del silo Solsire costruito da Eladio Dieste a Montevideo tra il 1992 e il 1994: volte a doppia curvatura con una luce di 28,50 metri, alte 13 metri coprono uno spazio non segmentato lungo 108 metri. Quest’opera di Dieste venne costruita quando di software AutoCAD quasi non si parlava. Difficile immaginare che edifici quali quelli che «Casabella» 957 presenta, progettati da Experience, Felgendreher Olfs Köchling e Karamuk Kuo, tre vasti contenitori accomunati dall’essere dei “vuoti” come li definisce Michel Carlana, siano stati concepiti senza l’ausilio delle tecnologie utilizzate nella maggior parte degli studi di progettazione contemporanei. I modi nei quali gli architetti lavorano ai nostri giorni sono del tutto diversi da quelli che hanno consentito il formarsi della tradizione a loro più vicina, di cui «Casabella» 957 esplora un episodio non universalmente noto, rappresentato dal lavoro che l’architetto danese Kay Fisker svolse tra l’inizio e gli anni Sessanta del Novecento, affrontando i temi relativi ai modi dell’abitare contemporaneo e costruendo opere quali il Padiglione della Danimarca all’Expo di Parigi del 1925, l’Università di Aarhus, l’Accademia di Danimarca a Roma. In più di 70 pagine di «Casabella» 957 Luca Ortelli ha raccolto disegni, fotografie e fornito informazioni che dovrebbero rendere familiare ai lettori la figura di Fisker, le cui opere rappresentano una istruttiva pietra di paragone per il lavoro che si svolge nei paperless studios dei nostri giorni.

CASABELLA 957 (Maggio 2024)

15,00 

957 maggio 2024 may

Il confronto tra due epoche molto vicine ma piuttosto diverse è il tema di «Casabella» 957. Nelle prime pagine vi sono presentati tre edifici progettati per offrire spazi discreti destinati a svolgere funzioni soltanto in apparenza differenti. La logica sulla base della quale questo numero è stato costruito ha indotto «Casabella» a premettere alle immagini che li rappresentano una fotografia del silo Solsire costruito da Eladio Dieste a Montevideo tra il 1992 e il 1994: volte a doppia curvatura con una luce di 28,50 metri, alte 13 metri coprono uno spazio non segmentato lungo 108 metri. Quest’opera di Dieste venne costruita quando di software AutoCAD quasi non si parlava. Difficile immaginare che edifici quali quelli che «Casabella» 957 presenta, progettati da Experience, Felgendreher Olfs Köchling e Karamuk Kuo, tre vasti contenitori accomunati dall’essere dei “vuoti” come li definisce Michel Carlana, siano stati concepiti senza l’ausilio delle tecnologie utilizzate nella maggior parte degli studi di progettazione contemporanei. I modi nei quali gli architetti lavorano ai nostri giorni sono del tutto diversi da quelli che hanno consentito il formarsi della tradizione a loro più vicina, di cui «Casabella» 957 esplora un episodio non universalmente noto, rappresentato dal lavoro che l’architetto danese Kay Fisker svolse tra l’inizio e gli anni Sessanta del Novecento, affrontando i temi relativi ai modi dell’abitare contemporaneo e costruendo opere quali il Padiglione della Danimarca all’Expo di Parigi del 1925, l’Università di Aarhus, l’Accademia di Danimarca a Roma. In più di 70 pagine di «Casabella» 957 Luca Ortelli ha raccolto disegni, fotografie e fornito informazioni che dovrebbero rendere familiare ai lettori la figura di Fisker, le cui opere rappresentano una istruttiva pietra di paragone per il lavoro che si svolge nei paperless studios dei nostri giorni.

FAQ

Leggi le domande frequenti per avere maggiori informazioni sui metodi di pagamento, la spedizione e molto altro

Per acquistare uno o più libri è sufficiente compilare l’apposito modulo al quale si accede dalla scheda di ciascun libro.

Qualora i volumi ordinati non siano tutti immediatamente disponibili, il nostro staff si riserva di contattarti via mail per concordare le modalità di spedizione (A: invio immediato dei volumi presenti a magazzino e successivo invio di quelli mancanti – B. invio unico dopo il ricevimento da parte nostra dei volumi mancanti).

N.B. la fattura deve essere esplicitamente richiesta al momento dell’ordine, comunicando la ragione sociale completa di partita IVA e/o Codice Fiscale e Codice SDI.

Ai sensi dell’Art.5 del relativo Decreto, l’acquirente ha il diritto di recedere dal contratto e restituire i volumi ordinati entro 10 giorni lavorativi, purchè nel medesimo stato in cui li ha ricevuti. Il diritto di recesso dovrà essere esercitato mediante invio di lettera raccomandata A.R. a: LIMOND S.a.s. – via Arnolfo di Cambio 24/A – 37138 Verona (VR) – entro il termine di 10 (dieci) giorni lavorativi dal ricevimento dei volumi.

Tutti i resi dovranno essere autorizzati da Limond S.a.s (tel. +393472455641) con l’assegnazione di un numero di autorizzazione alla resa. Le spese di spedizione saranno interamente a carico del cliente e non si accetteranno pacchi in contrassegno.

Al ricevimento dei volumi, e verificata la loro integrità, Limond S.a.s. provvederà, entro 10 (dieci) giorni, ad accreditare il cliente del valore dei volumi restituiti.

La tempestività nell’evasione dell’ordine è determinata dalla disponibilità della merce ordinata. In caso di immediata disponibilità l’ordine verrà evaso entro 2 giorni lavorativi. Qualora uno o più libri non dovessero essere presenti a magazzino possono essere ordinati su richiesta; il nostro staff informerà il cliente, via mail, circa i tempi necessari per l’evasione dell’ordine.

Pagamento tramite bonifico bancario anticipato alle coordinate comunicate in fase di check-out

I costi di invio (che comprendono imballo e spedizione) per libri e riviste in ITALIA sono i seguenti:

Servizio postale: 3-5 gg (per merce immediatamente disponibile presso il nostro magazzino)

  • Spedizioni per acquisti fino a 62,00€: €5,50
  • Spedizioni per acquisti fino a 120,00€: €9,50
  • Spedizioni per acquisti superiori a 120,00€: Gratuite

Per una quotazione dei costi di invio in EUROPA o per spedizioni internazionali vengono richiesti i seguenti dati:

  • Nome/Cognome
  • Indirizzo (comprensivo di Codice postale)
  • Mail
  • Telefono (meglio se Cellulare)

 

Alla conferma di accettazione, verranno comunicate coordinate bancarie/account PayPal da utilizzare per il pagamento. Un Una volta ricevuto, verrà evasa la spedizione inoltrando notifica e tracciabiltà.