fbpx

LIMOND

BOCCIONI

34,00 

di AA.VV.

a cura di Francesca Rossi – Agostino Contò

Nella ricorrenza del primo centenario della morte di Umberto Boccioni (1882-1916), la città di Milano celebra la personalità dell’artista con una grande mostra, frutto di un lavoro di ricerca svolto dai musei civici e promosso dalla Soprintendenza del Castello Sforzesco in collaborazione con il Museo del Novecento e Palazzo Reale. Saranno esposte oltre 300 opere tra disegni, dipinti, sculture, incisioni, fotografie d’epoca, libri, riviste e documenti provenienti da importanti istituzioni museali e collezioni private di tutto il mondo, tra le quali il Metropolitan Museum of Art di New York, la Peggy Guggenheim Collection di Venezia e Getty Foundation di Los Angeles, il Musée Picasso e il Musée Rodin di Parigi, il City Museum of Modern Art di Osaka. Concepita con un inedito taglio critico offre agli specialisti e al pubblico più vasto un percorso volto a far emergere le fonti visive che hanno contribuito alla formazione artistica e all’evoluzione dello stile di Umberto Boccioni. Il percorso, sviluppato in ordine cronologico, fonda la sua struttura sull’eccezionale corpus di 61 disegni di Boccioni del Castello Sforzesco e su scritti e documenti inediti riscoperti di recente presso la Biblioteca Civica di Verona, dove, insieme a una rassegna stampa, appunti sciolti e fotografie, si è ritrovato un documento originalissimo elaborato da Boccioni negli anni della sua formazione: un inconsueto album di modelli che l’artista ha utilizzato per studiare e imparare ma anche una specie di diario visivo che incrocia in modo fluido e dinamico ricordi intimi con una ricognizione di forme artistiche del passato e della modernità. In altre parole, un vero e proprio “Atlante della memoria”. Alcune delle opere citate in questo “Atlante” saranno presentate in mostra accanto a quelle opere di Boccioni che ne sono state più influenzate, ad esempio, La Vecchia Richard Miller, delle Raccolte Frugone di Genova e La Nonna, collezioni della Fondazione di Venezia oppure Le fanciulle greche che giocano a palla di Sir Frederic Leighton, dal The Dick Institute di Kilmanorck e Forme uniche della continuità dello spazio, dalle collezioni del Museo del Novecento di Milano. Accostamenti talvolta singolari e inaspettati che promettono sorprese. In catalogo, oltre a tutte le opere in mostra, saranno riprodotti integralmente tutti i documenti inediti dell’album.

– Catalogo della Mostra “UMBERTO BOCCIONI (1882-1916): GENIO E MEMORIA” (Palazzo Reale di Milano, 25 marzo-3 luglio 2016)

Veste editoriale: Brossura con Alette
Formato: 23×33
Pagine: 308
Lingua: IT
Anno: 2016

ISBN: 9788891807984

BOCCIONI

34,00 

di AA.VV.

a cura di Francesca Rossi – Agostino Contò

Nella ricorrenza del primo centenario della morte di Umberto Boccioni (1882-1916), la città di Milano celebra la personalità dell’artista con una grande mostra, frutto di un lavoro di ricerca svolto dai musei civici e promosso dalla Soprintendenza del Castello Sforzesco in collaborazione con il Museo del Novecento e Palazzo Reale. Saranno esposte oltre 300 opere tra disegni, dipinti, sculture, incisioni, fotografie d’epoca, libri, riviste e documenti provenienti da importanti istituzioni museali e collezioni private di tutto il mondo, tra le quali il Metropolitan Museum of Art di New York, la Peggy Guggenheim Collection di Venezia e Getty Foundation di Los Angeles, il Musée Picasso e il Musée Rodin di Parigi, il City Museum of Modern Art di Osaka. Concepita con un inedito taglio critico offre agli specialisti e al pubblico più vasto un percorso volto a far emergere le fonti visive che hanno contribuito alla formazione artistica e all’evoluzione dello stile di Umberto Boccioni. Il percorso, sviluppato in ordine cronologico, fonda la sua struttura sull’eccezionale corpus di 61 disegni di Boccioni del Castello Sforzesco e su scritti e documenti inediti riscoperti di recente presso la Biblioteca Civica di Verona, dove, insieme a una rassegna stampa, appunti sciolti e fotografie, si è ritrovato un documento originalissimo elaborato da Boccioni negli anni della sua formazione: un inconsueto album di modelli che l’artista ha utilizzato per studiare e imparare ma anche una specie di diario visivo che incrocia in modo fluido e dinamico ricordi intimi con una ricognizione di forme artistiche del passato e della modernità. In altre parole, un vero e proprio “Atlante della memoria”. Alcune delle opere citate in questo “Atlante” saranno presentate in mostra accanto a quelle opere di Boccioni che ne sono state più influenzate, ad esempio, La Vecchia Richard Miller, delle Raccolte Frugone di Genova e La Nonna, collezioni della Fondazione di Venezia oppure Le fanciulle greche che giocano a palla di Sir Frederic Leighton, dal The Dick Institute di Kilmanorck e Forme uniche della continuità dello spazio, dalle collezioni del Museo del Novecento di Milano. Accostamenti talvolta singolari e inaspettati che promettono sorprese. In catalogo, oltre a tutte le opere in mostra, saranno riprodotti integralmente tutti i documenti inediti dell’album.

– Catalogo della Mostra “UMBERTO BOCCIONI (1882-1916): GENIO E MEMORIA” (Palazzo Reale di Milano, 25 marzo-3 luglio 2016)

Veste editoriale: Brossura con Alette
Formato: 23×33
Pagine: 308
Lingua: IT
Anno: 2016

ISBN: 9788891807984

FAQ

Leggi le domande frequenti per avere maggiori informazioni sui metodi di pagamento, la spedizione e molto altro

Per acquistare uno o più libri è sufficiente compilare l’apposito modulo al quale si accede dalla scheda di ciascun libro.

Qualora i volumi ordinati non siano tutti immediatamente disponibili, il nostro staff si riserva di contattarti via mail per concordare le modalità di spedizione (A: invio immediato dei volumi presenti a magazzino e successivo invio di quelli mancanti – B. invio unico dopo il ricevimento da parte nostra dei volumi mancanti).

N.B. la fattura deve essere esplicitamente richiesta al momento dell’ordine, comunicando la ragione sociale completa di partita IVA e/o Codice Fiscale e Codice SDI.

Ai sensi dell’Art.5 del relativo Decreto, l’acquirente ha il diritto di recedere dal contratto e restituire i volumi ordinati entro 10 giorni lavorativi, purchè nel medesimo stato in cui li ha ricevuti. Il diritto di recesso dovrà essere esercitato mediante invio di lettera raccomandata A.R. a: LIMOND S.a.s. – via Arnolfo di Cambio 24/A – 37138 Verona (VR) – entro il termine di 10 (dieci) giorni lavorativi dal ricevimento dei volumi.

Tutti i resi dovranno essere autorizzati da Limond S.a.s (tel. +393472455641) con l’assegnazione di un numero di autorizzazione alla resa. Le spese di spedizione saranno interamente a carico del cliente e non si accetteranno pacchi in contrassegno.

Al ricevimento dei volumi, e verificata la loro integrità, Limond S.a.s. provvederà, entro 10 (dieci) giorni, ad accreditare il cliente del valore dei volumi restituiti.

La tempestività nell’evasione dell’ordine è determinata dalla disponibilità della merce ordinata. In caso di immediata disponibilità l’ordine verrà evaso entro 2 giorni lavorativi. Qualora uno o più libri non dovessero essere presenti a magazzino possono essere ordinati su richiesta; il nostro staff informerà il cliente, via mail, circa i tempi necessari per l’evasione dell’ordine.

Pagamento tramite bonifico bancario anticipato alle coordinate comunicate in fase di check-out

I costi di invio (che comprendono imballo e spedizione) per libri e riviste in ITALIA sono i seguenti:

Servizio postale: 3-5 gg (per merce immediatamente disponibile presso il nostro magazzino)

  • Spedizioni per acquisti fino a 62,00€: €5,50
  • Spedizioni per acquisti fino a 120,00€: €9,50
  • Spedizioni per acquisti superiori a 120,00€: Gratuite

Per una quotazione dei costi di invio in EUROPA o per spedizioni internazionali vengono richiesti i seguenti dati:

  • Nome/Cognome
  • Indirizzo (comprensivo di Codice postale)
  • Mail
  • Telefono (meglio se Cellulare)

 

Alla conferma di accettazione, verranno comunicate coordinate bancarie/account PayPal da utilizzare per il pagamento. Un Una volta ricevuto, verrà evasa la spedizione inoltrando notifica e tracciabiltà.