DALÍ. LES VINS DE GALA

Taschen

DALÍ. LES VINS DE GALA

€65.00

a cura di Hans Werner Holzwarth

IL VINO NON PUO' MANCARE
La Guida daliniana ai Piaceri del nettare d’Uva

Sulla scia del fortunatissimo Les Dîners de Gala di Salvador Dalí, TASCHEN presenta il secondo volume della serie, dai toni altrettanto surreali e sensuali, dedicato alla viticoltura: Les Vins de Gala. Questo excursus sui piaceri del vino, nonché ambito volume da collezione, propone una classificazione dei vini “in base alla natura delle sensazioni che suscitano nel nostro io più profondo”. Prendendo in considerazione parametri variegati, dalla tecnica di produzione al peso e al colore, i vini di tutto il mondo sono raggruppati in categorie originali e oniriche, come “vini voluttuosi”, “vini impossibili” e “vini luminosi”.
Le pagine traboccano di immagini, con più di 140 illustrazioni realizzate da Salvador Dalí. Si tratta in gran parte di opere d’arte, compresi diversi nudi classici, riprodotte in uno stile adeguatamente surrealista e provocatorio, come nel caso dell’Angelus di Jean-François Millet, opera di riferimento ricorrente nell’intera produzione di Dalí.
Il volume comprende anche Il sacramento dell’Ultima cena (1955), considerato oggi uno dei dipinti più significativi del suo tardo periodo “mistico nucleare”, dove la famosa scena biblica è ambientata in un dodecaedro semitrasparente dal quale si può ammirare il paesaggio costiero della Catalogna. Dalí era ormai un cattolico devoto, affascinato al contempo dalla scienza, l’illusione ottica e l’era atomica.
I testi sono firmati da Max Gérard, storico membro dell’entourage di Dalí, da Louis Orizet, viticoltore e politico del Beaujolais, e dal Barone de Rothschild, autore dell’acrostico che introduce il volume. La prima sezione è dedicata ai “Dieci vini del divino”, una panoramica sulle 10 principali regioni produttrici di vino, mentre la seconda illustra la pionieristica classificazione che, anziché considerare le regioni di provenienza o le varieta dei vini, segue le emozioni. Lungi dal proporre una rigida categorizzazione, questo libro eccentrico e travolgente costituisce un manifesto dedicato al gusto e ai sentimenti, una vera prelibatezza che stimola i sensi, nonché una testimonianza corposa che mostra la fase conclusiva della produzione di Dalí, durante la quale l’artista si soffermò sugli influssi risalenti agli anni di formazione e perfezionò il suo lascito culturale.

> Hans Werner Holzwarth, curatore e grafico editoriale, ha al suo attivo molte pubblicazioni sull’arte contemporanea e sulla fotografia. Per TASCHEN ha curato, tra gli altri, Jeff Koons, Christopher Wool, Albert Oehlen, Neo Rauch, Ai Weiwei, e Darren Almond. Fullmoon

Veste editoriale: Cartonato
Formato: 21,2x30,2
Pagine: 320
Lingua: IT
Anno: 2017

ISBN: 9783836570312