ANDY WARHOL. LOVE, SEX, AND DESIRE

Taschen

ANDY WARHOL. LOVE, SEX, AND DESIRE

Prezzo regolare €100.00 Prezzo scontato €85.00

di Michael Dayton Hermann - Drew Zeiba - Blake Gopnik

ANDY WARHOL. LOVE, SEX, AND DESIRE: Drawings 1950–1962

STORIA DI UN RAGAZZO
Il Canone di Warhol si arricchisce di unSsupplemento raro e intimo


Concepita prima che Andy Warhol scalasse l’olimpo della pop art, Early Drawings of Love, Sex, and Desire fu una mostra presentata nel 1956 presso la Bodley Gallery, nell’Upper East Side di New York. I disegni, realizzati per lo più a inchiostro su carta, rappresentavano uomini molto giovani, alcuni dei quali nudi e talvolta decorati con stravaganti cuori neri. I modelli riposano svogliati o si pavoneggiano, vanitosi o infastiditi dalla loro stessa bellezza, mentre l’artista li ritrae, rapito. Raramente creano un contatto visivo con il loro scrupoloso osservatore, che si concentra a sua volta sulle loro forme e caratteristiche erotiche. Se i soggetti si beano volentieri della loro avvenenza, l’artista fa altrettanto.

Warhol era già un promettente illustratore commerciale quando realizzò questi studi, con l’intenzione di pubblicarli come monografia. Non realizzò mai questo progetto, ma produsse oltre un migliaio di questi eleganti disegni dal vero, che sembrano realizzati senza alcuno sforzo. Questo volume esaudisce finalmente il desiderio dell’artista riunendo circa duecento delle immagini più significative, qui pubblicate per la prima volta e selezionate in collaborazione con la Andy Warhol Foundation for the Visual Arts.

Lo stile dei disegni ricorda gli schizzi di Jean Cocteau e Matisse: pochi tratti precisi, eppure morbidi. Il voyeurismo languido, invece, è tutta farina del sacco di Warhol, e perfino il più audace dei disegni è condito da quella buffa punta di umorismo – una sorta di distacco ironico – che sarebbe diventato uno dei marchi di fabbrica dell’artista.

Per tutti gli anni Cinquanta, Warhol rientrò in quella manciata di artisti che imperniarono la propria opera su questioni di identità omosessuale.”
—  Artnet

> Michael Dayton Hermann ha conseguito il suo Master of Fine Arts presso l’Hunter College, dove ha studiato teoria dell’arte con l’artista concettuale Robert Morris. Artista multidisciplinare, dal 2005 Hermann è stato inoltre direttore del Licensing presso la Andy Warhol Foundation, sviluppando progetti di altissimo profilo con Calvin Klein, Dior, Comme des Garçons, Supreme, Absolut e Perrier. Ha collaborato strettamente con TASCHEN per la realizzazione di due pubblicazioni da lui stesso concepite: Andy Warhol: Polaroids 1958–1987 e Andy Warhol: Seven Illustrated Books 1952–1959.
- Contributi di:
> Drew Zeiba è redattore associato di PIN–UP e collabora regolarmente con The Architect’s Newspaper. Pubblica online e su testate cartacee quali Artforum, Garage, Vulture, Out, Elephant, Flaunt e Sign Unseen, tra le altre.
> Blake Gopnik è stato critico d’arte capo del Washington Post tra il 2000 e il 2010, oltre a collaborare regolarmente con il New York Times e il Daily Beast. Ha un dottorato di ricerca presso l’Università di Oxford ed è autore di una biografia definitiva dell’artista Warhol, che vedrà le stampe nel 2020.

Veste editoriale: Cartonato + Cofanetto
Formato: 28x33,7
Pagine: 384
Immagini a colori:
Immagini b/n:
Lingua: GB-F-D
Anno: Ottobre 2020

ISBN: 9783836574471