IN GIARDINO D'INVERNO

ELECTA - Elemond Editori Associati

IN GIARDINO D'INVERNO

€29.00
di Paolo Pejrone

Quando arriva il grande freddo i giardini sembrano messi a dura prova, proprio come noi esseri umani che patiamo i rigori dell’inverno con i suoi disagi meteorologici e le giornate corte che ci rendono malinconici.
Eppure per i giardini non è così, e Paolo Pejrone lo sostiene con convinzione: sotto la neve la natura riposa; il giardino si “ripulisce” e si rigenera; le piante, come certi animali, attingono dal lungo letargo invernale l’energia necessaria a rinascere a primavera con rinnovato vigore. L’inverno, insomma, è un vero toccasana che Madre Natura ha voluto per amore delle piante e della terra, sta a noi guardare l’inverno con occhi diversi.
Nel breve testo introduttivo Pejrone rievoca lontane sensazioni e immagini della sua infanzia nel giardino di casa sui colli di Torino, con qualche nostalgia per quegli inverni ben più rigidi di come li conosciamo oggi. Neve, gelo, tramontane e tormente, spiega, non riescono ad intaccare il “Grande Sogno”, l’attesa della primavera che prima o poi arriva. “È solo questione di tempo e di pazienza. Il vero giardiniere lo sa bene e non dispera. Anzi.”
I giardini magistralmente fotografati da Dario Fusaro per questo libro invitano a scovare inaspettate bellezze nelle grafie dei rami nudi, nei candidi manti di neve, nelle bacche spruzzate di brina, nelle delicate luci radenti. Attraverso un percorso fotografico di 13 giardini del nord Italia, fotografati nei mesi invernali, il libro racconta la vita di piante e fiori durante i mesi più freddi dell’anno con suggestioni visive e citazioni letterarie.
Il libro termina con alcuni consigli pratici “d’autore”: un breve apparato finale raccoglie il calendario delle fioriture di alberi e arbusti invernali da dicembre ad aprile e le indicazioni di Pejrone su quali lavori sia opportuno fare in giardino d’inverno per prepararsi ai cambiamenti che accadono.

> Paolo Pejrone, laureato in Architettura presso il Politecnico di Torino (1969), è stato allievo di Russell Page e di Roberto Burle Marx. Dal 1970 lavora come architetto di giardini in Italia, Francia, Svizzera, Arabia Saudita, Grecia, Inghilterra, Germania, Spagna, Belgio e Austria; progetta giardini soprattutto nel campo privato (diverse centinaia). Ha firmato il progetto e l’esecuzione dell’Orto della Basilica di Santa Croce in Gerusalemme a Roma. Nel 1988 ha vinto il Concorso Internazionale “BICOCCA – PIRELLI” a Milano (come progettista delle aree verdi) con Vittorio Gregotti. Nel 2013 è stato insignito del titolo di “Chevalier de l’Ordre des Art et des Lettres” dal Ministero della Cultura e Comunicazione di Francia.

Collabora con numerosi periodici: “VilleGiardini” (fino a maggio 2013), “La Stampa” (dal 1995), “La Repubblica” e “Gardenia”. È inoltre autore di numerosi libri: Per un giardino di estro garbato (1982), In giardino non si è mai soli – Diario di un giardiniere curioso (2002), Il vero giardiniere non si arrende – Cronache di ordinaria pazienza (2003), I miei giardini (2008), Gli orti felici (2009), La pazienza del giardiniere (2009), Cronache da un giardino (2010). È vice Presidente per l’Italia della International Dendrology Society (IDS); socio fondatore dell’Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio (AIAPP); ideatore, fondatore e Presidente della più prestigiosa mostra-mercato annuale italiana, “Tre giorni per il Giardino”, al Castello di Masino; fondatore e Presidente dell’Accademia Piemontese del Giardino; fondatore ed ex Presidente dell’Associazione Amici del Castello di Racconigi.

Veste editoriale: Cartonato con Sovraccoperta
Formato: 25x25
Pagine: 160
Immagini a colori: 120
Lingua: IT
Anno: 2013
 
ISBN: 9788837096465