copertina di The Battle of Modernism

Marsilio Editori

The Battle Of Modernism: Quadrante And The Politicization Of Architectural Discourse In Fascist

€38.00
di David Rifkind
 

'Quadrante' fu un'autentica palestra del dibattito politico italiano negli anni del Fascismo, impegnata più di ogni altra rivista d'architettura del tempo nella diffusione di una visione sofisticata e inequivocabilmente moderna della cultura di regime. Nelle pagine di 'Quadrante' trovarono spazio non solo scritti di Le Corbusier inediti in Italia, ma anche notizie originali nel campo delle arti figurative e dello spettacolo, della letteratura, della tecnologia. Attraverso uno studio esaustivo e approfondito della rivista e del gruppo di architetti che la animarono, questo libro restituisce come poche altre storie del Novecento finora le relazioni tra architettura moderna e politiche del Fascismo. A partire da una vicenda breve - i tre anni di vita del periodico (1933-1936) - viene ricostruito un affresco composito e sorprendente delle politiche culturali degli anni Trenta, dei suoi protagonisti e dei suoi esiti in architettura, ingegneria e nel design.

The other side of twentieth-century architectural history in Italy and Europe. The short-lived cultural journal Quadrante transformed the practice of architecture in fascist Italy. Over the course of three years (1933–36), the magazine agitated for an 'architecture of the state' that would represent the values and aspirations of the fascist regime, and in so doing it changed the language with which architcts and their clientele addressed the built environment. Quadrante rallied supporters and organized the most prominent practitioners and benefactors of Italian rationalism into a coherent movement that advanced the cause of specific currents of modern architecture in interwar Italy. Through a detailed study of Quadrante and its circle of architects, critics, artists, and patrons, the book investigates the relationship between modern architecture and fascist political practices in Italy during Benito Mussolini’s regime (1922–1943).

 

* > David Rifkind insegna storia e teoria dell'architettura alla Florida International University. Ha conseguito il dottorato di ricerca alla Columbia University, la specializzazione alla McGill University e la laurea al Boston Architectural Center. Attualmente svolge ricerche in Africa Orientale grazie a una sovvenzione della Graham Foundation e a una borsa di studio come primo Wolfsonian Affiliated Fellow all'American Academy in Rome. Ha pubblicato saggi sul «Journal of Architectural Education» e sul «Journal of the Society of Architectural Historians», aggiudicandosi in entrambi i casi premi per il miglior articolo 2011-2012.

Veste editoriale: Brossura
Formato: 17x24
Pagine: 304
Immagini a colori: 138
Lingua: GB
Anno: 2012
 
ISBN: 9788831713481