copertina di La Memoria Di Auschwitz

Editoriale Jaca Book

La Memoria Di Auschwitz: Storia Di Un Monumento 1957 1967

€25.00
di Giorgio Simoncini
 

La realizzazione di un monumento nel campo di Birkenau fu oggetto di un concorso promosso dal Comitato Internazionale di Auschwitz nel luglio del 1957. Le attività di progetto e i successivi lavori di costruzione si protrassero per dieci anni, fino alla primavera del 1967. Questo volume ha lo scopo di delineare la storia delle vicende che portarono alla realizzazione del monumento, rammentando che esse si svilupparono in due fasi: una prima fase gestita da una giuria internazionale presieduta inizialmente da Henry Moore e poi da Lionello Venturi e sviluppatasi in tre gradi (1957-1959), e una seconda fase gestita da una ‘commissione tecnica’ facente capo direttamente al Comitato di Auschwitz (1961-1965) e aperta solo agli autori dei precedenti progetti, in cui risultò vincitore il progetto proposto dal sottoscritto e da Pietro Cascella. Il monumento sarebbe stato poi costruito fra il 1965 e il 1967.
In questo volume ci si è occupati non solo del monumento realizzato, ma di tutti i progetti elaborati nelle varie fasi e gradi del concorso. In tal modo è stato possibile fornire un quadro generale dei diversi orientamenti che in quello stesso periodo caratterizzarono la tipologia del monumento, rammentando che appunto allora essa fu oggetto di un radicale rinnovamento.
La storia del monumento è caratterizzata dalla partecipazione di due dei più importanti scultori dello scorso secolo XX: Pericle Fazzini, che fu attivo nel corso della prima fase, e Pietro Cascella, che concepì la soluzione definitiva poi realizzata. La loro attività è stata considerata in riferimento non solo alle specifiche proposte da essi avanzate, ma al loro stesso processo formativo, ricostruendolo attraverso la successione dei bozzetti elaborati e la riflessione sui loro metodi di lavoro. E poiché gli originali di tali bozzetti con poche eccezioni sono andati perduti, la documentazione fornita in questa sede rappresenta una testimonianza unica e in gran parte inedita di quella loro attività.
In questo volume ho cercato di ricostruire, insieme alle vicende del concorso e delle corrispondenti attività progettuali, il contesto politico, sociale e culturale che ne ha influenzato gli sviluppi. Di conseguenza non ho potuto fare a meno di associare la storia del monumento al modo in cui nel corso di quello stesso periodo andò contemporaneamente evolvendosi la memoria di Auschwitz. D’altronde io penso che questo monumento si può considerare non solo un simbolo di quanto accadde nel campo, ma parte esso stesso della memoria degli eventi che vi si verificarono. I testimoni diretti della tragedia sono quasi del tutto scomparsi: occorre cercare nuove testimonianze. (Giorgio Simoncini)

 
Veste editoriale: Brossura
Formato: 17x24
Pagine: 208
Immagini b/n: 48
Lingua: IT
Anno: 2012
 
ISBN: 9788816411319