copertina di Lo Splendore Della Verona Affrescata Nelle Tavole Di Pietro Nanin Del 1864

Edizioni Valdonega

Lo Splendore Della Verona Affrescata Nelle Tavole Di Pietro Nanin Del 1864

€250.00
di Aa.Vv.
 

LO SPLENDORE DELLA VERONA AFFRESCATA NELLE TAVOLE DI PIETRO NANIN DEL 1864 esce a cura delle Edizioni Valdonega. Viene qui riproposta un’opera che ha riscosso un notevole successo negli anni scorsi e che ora per una serie di casi fortunati possiamo ripresentare in una edizione limitata, del tutto identica all’originale.

 

Questo volume ha lo scopo di permettere ad un vasto pubblico la conoscenza di una Verona tutta affrescata, piena di colore e di attività a partire dal XV secolo.

 

Per il costume diffuso di dipingere gli esterni dei suoi edifici Verona già nel Rinascimento veniva chiamata «urbs picta». Lo storico e critico Jacob Burckhardt oltre 150 anni fa scriveva che «Verona doveva essere stata una città splendida quanto altre mai per la bellezza e la qualità delle sue facciate».

 

Queste preziose pitture, però, erano inevitabilmente soggette al degrado provocato da agenti esterni atmosferici, ai tentativi di restauro spesso scriteriati e agli avvenimenti bellici.

 

Già nell’Ottocento scorso si sentiva quindi il bisogno di tramandare con l’ausilio di disegni e incisioni uno splendido patrimonio che in buona parte era destinato a scomparire.

 

Assolse il compito Pietro Nanin, nato a Verona nel 1808, professore e direttore della locale «Accademia del Disegno». Copiò, con l’abilità che gli derivava dalla passione per il restauro e dagli attenti studi sul linguaggio figurativo, le facciate più significative e meglio conservate, pubblicando appunto nel 1864 le tavole che si potranno ammirare nel volume. Queste stampe furono, però, tirate solo in pochi esemplari in bianco e nero, come le tre serie originali conservate nella Biblioteca Civica.

 

Un caso fortunato volle che venissimo a conoscenza che in una collezione privata esisteva un esemplare eccezionale, colorato, quello che probabilmente lo stesso Nanin aveva previsto come modello per una edizione a colori che però non fu mai realizzata. Lo spettacolo di queste tavole acquerellate ci fece pensare immediatamente che esso non doveva rimanere privilegio di pochi fortunati e così nacque l’idea di questo volume. Appare sorprendente, scorrendo le tavole, che grandi pittori come Mantegna, Pisanello, Liberale, Brusasorzi, Giolfino abbiano collaborato a «colorare» questa città, confermando la singolarità di una manifestazione artistica unica nel suo genere.

 

Restava da proporre un testo che armonicamente facesse da guida a questo corpus di meravigliose riproduzioni. Si è allora pensato che nessuno meglio dell’appassionato cultore di cose veronesi Nino Cenni (purtroppo scomparso) potesse accompagnarci in un ideale percorso attraverso le strade della città, testa all’insù, ad ammirare splendide immagini, a farci sapere qualcosa dei committenti e di chi ci ha vissuto, quasi entrando a curiosare nei palazzi stessi.

 

Nella seconda parte del volume viene riproposto un lungo e approfondito studio sugli affreschi veronesi, notizie, testimonianze ed i cenni biografici degli artisti, affidati a Gunter Schweikhart, noto studioso di storia dell’arte, che ha già pubblicato vari testi sulle facciate affrescate a Verona.

 

Siamo convinti che riproducendo le tavole del Nanin, anzitutto si farà conoscere presso un largo pubblico la sua meritoria opera che in alcuni casi è rimasta unico testimone di importanti affreschi, e inoltre ci auguriamo che anche con l’ausilio dei testi si ravvivi nei cittadini l’interesse e l’orgoglio per un patrimonio artistico che molti invidiano a Verona.

 

* Facsimile dell’unica raccolta colorata con itinerari immaginari narrati da Nino Cenni e uno studio sugli affreschi e i loro autori di Gunter Schweikhart

 

Formato 32 x 42 cm, 204 pagine. Testi composti in carattere Dante, 50 tavole a 7/8 colori (alcune superano i 100 cm) piante topografiche del tempo e riproduzioni di stampe illustrative dei siti.
Carta appositamente fabbricata dalle Cartiere Fedrigoni.
Rilegatura in tutta tela con fregi ottocenteschi in oro sui quadranti e sul dorso, astuccio rigido con fianchetti in tela e quadranti in carta pregiata.

 

La ristampa è del tutto fedele alla prima edizione, sono stati variati solo i colori dei materiali della legatura per distinguere questa dalla precedente. Abbiamo voluto inoltre aggiungere la premessa dell’architetto Giorgio Forti, attivo nella conservazione dei tesori di questa città, che amplia anche la nostra conoscenza su Pietro Nanin.

Veste editoriale: Cartonato con Sovraccoperta + Cofanetto
Formato: 32x42
Pagine: 204
Schizzi e disegni: 50
Lingua: IT
Anno: 2005
 
ISBN: 9788885033458