copertina di Tiziano

24 Ore Cultura

Tiziano

€115.00
di Augusto Gentili
 

'Il pittore di quadri di ritratto per la vanità degli uomini, di quadri d'allegoria per il loro desiderio d'amore e di bellezza, di quadri di devozione per la loro incertezza del dopo. Il Tiziano che tutti conoscono come il dominatore indiscusso della scena veneziana, italiana ed europea per tutta la sua lunga vita, per tre quarti di secolo. Ma è tutto vero? Ed è tutto qui? La verità è che Tiziano alla metà degli anni '40 a Venezia non c'era più da tempo, e che, quando cercò di rientrare, ormai non lo voleva più (quasi) nessuno, non contava più (quasi) nulla: troppo coinvolto in tanti altrove italiani ed europei, troppo estraneo ai più importanti circuiti veneziani. Nella bottega svuotata il vecchio maestro dipinge per sé, o per destinatari virtuali. Dinanzi alle opere degli altri che riempiono ormai chiese e scuole, deve aver capito da un pezzo che l'armonico linguaggio dei suoi tempi migliori, pur con tutti i progressivi aggiornamenti e sviluppi, non interessa più (quasi) a nessuno, e soprattutto non interessa più a lui. Sperimenta. Non finisce quasi mai, ma in molti casi ritiene comunque d'aver finito. Cerca un linguaggio essenziale che ancora non esiste.' (Augusto Gentili)

24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE arricchisce la collana dei Grandi Libri d'Arte con un 'saggio espanso' dedicato a un grande Maestro della Storia dell'Arte 'Tiziano' a firma di Augusto Gentili, tra i massimi esperti dell'artista veneto rinascimentale.
Nel testo introduttivo lo studioso chiarisce molto bene l'arduo compito che ha affrontato nello scrivere un volume che racchiude gli studi continui sull'artista : «Scrivere un libro su Tiziano in termini di iconologia contestuale - dunque un saggio espanso che non insegua l'illusoria completezza della 'monografica' ma raccolga tutti gli elementi disponibili nella complessità tematica – è impresa oggettivamente rischiosa». Altrettanto nettamente annuncia le sue scelte: «C'è poi il rischio delle mie esclusioni, totali o parziali. Diversi quadri restano nel catalogo corrente di Tiziano per pigrizia e abitudine, oppure per non offendere qualche potente museo proprietario: a volte sono quadri importanti, ma di altri pittori; a volte sono quadri imbarazzanti, lontanissime finanche dal Tiziano più distratto e disimpegnato; a volte sono imitazioni (o falsi) di variabile livello. Molti li discuto; altri non li ho dimenticati ma li lascio intenzionalmente e tranquillamente fuori.»
Il Tiziano che tutti conoscono come il dominatore indiscusso della scena veneziana, italiana ed europea per tutta la sua lunga vita, per tre quarti di secolo. Ma è tutto vero? Ed è tutto qui?

Il volume è una summa dell'intera produzione dell'artista, dalla nascita - 'discriminante storiografica' per capire quando prese veramente in mano il pennello - agli ultimi anni, con la bottega vuota e destinatari virtuali sino agli ultimi capolavori terminali.

 

* > Augusto Gentili insegna Storia dell’arte moderna all’Università di Venezia dal 1997. In precedenza è stato assistente di Storia dell’arte moderna e poi professore di Storia dell’arte veneta all’Università di Roma “La Sapienza”. Ha fondato (1991), dirige e cura la rivista Venezia Cinquecento. Studia la pittura veneziana/veneta del Quattro/Cinquecento seguendo un taglio multidisciplinare di indagine storico-documentaria e iconologia contestuale. È particolarmente interessato a problemi di teoria, metodologia e storia della storiografia artistica. Ha pubblicato numerosi studi su Mantegna, Giovanni Bellini, Cima, Carpaccio, Giorgione, Sebastiano Luciani, Lotto, Savoldo, Paris Bordon, Tintoretto e, soprattutto, Tiziano (Da Tiziano a Tiziano. Mito e allegoria nella cultura veneziana del Cinquecento, Roma 1996 fino al presente Tiziano, 2012).

Veste editoriale: Cartonato + Cofanetto
Formato: 28x33
Pagine: 432
Immagini a colori: 260
Lingua: IT
Anno: 2012
 
ISBN: 9788866480938