copertina di Il Giardino Sul Tetto

Logos Edizioni

Il Giardino Sul Tetto

€15.00
di Alejandro Bahamon
 

Il roof garden, prodotto di una società in trasformazione Con la rivoluzione industriale del XIX secolo, la maggior parte della popolazione si concentrò nei centri urbani. I più abbienti potevano anche permettersi una seconda residenza fuori città. Durante i decenni di ripresa economica che seguirono la seconda guerra mondiale, i cittadini più facoltosi preferivano stabilirsi nelle zone verdi della periferia. All’epoca non c’erano problemi di mobilità ed era normalissimo prendere la macchina ogni giorno per recarsi in centro. Attualmente il movimento segue piuttosto la direzione contraria. La sempre minore disponibilità di spazio nelle campagne, gli ingorghi lungo le strade delle conurbazioni metropolitane e il miglioramento delle condizioni di vita nei centri urbani attraggono di nuovo le masse verso la città. Le persone più agiate desiderano sfruttare al massimo lo spazio disponibile e di conseguenza risulta logico il grande interesse nei confronti di terrazze e roof garden veri e propri. Oltre all’agibilità strutturale di un edificio bisogna considerare il fattore estetico: una copertura verde al di sopra di una costruzione elevata può avere un aspetto assai poco naturale se osservata dal livello stradale. Pertanto l’architettura urbana tenderà sempre più a includere nei suoi progetti un giardino sul tetto e a smettere di considerarlo come poco più di un elemento decorativo vegetale.

 
Veste editoriale: Brossura
Formato: 19,5x25
Pagine: 192
Lingua: IT-E-P-GB
Anno: 2010
 
ISBN: 9788879409858